[VIDEO] Battipaglia, Prisma: storie dei senzatetto tra solitudine e sofferenza Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada

Antonino Frunzo: "Fino ad oggi hanno segnalato all'associazione 7 persone che a Battipaglia vivono per strada"

 Battipaglia. Nell’ultima puntata di Prisma si parla del fenomeno dei senzatetto e delle tante persone che vivono in strada.

Ad accompagnare la nostra redazione il presidente dell’associazione I Figli di Madre Teresa di Calcutta, Antonino Frunzo e la vicepresidente Lucia Di Pipi. Storie di grandi sofferenze e di persone che desiderano avere una casa dove vivere e che, per motivazioni diverse, sono finiti in mezzo ad una strada.

Diverse sono le persone che a Battipaglia vivono senza una casa e che cercano un giaciglio sicuro e riparato per la notte. Questo è il caso di un senzatetto che vive sotto l’ex Palaschiavo.  Vive sotto il porticato della struttura, con una tenda, una bicicletta per spostarsi, pochi vestiti e un tavolo dove appoggiare cibo e acqua.

“Fino ad oggi hanno segnalato all’associazione 7 persone che a Battipaglia vivono per strada: davanti alle poste di Belvedere, all’ex Palaschiavo, a Piazza Madonnina e  Piazza della Repubblica. Sono troppe le  persone che soffrono e che sopravvivono senza una casa. Noi con la nostra associazione cerchiamo di fare il possibile, forniamo abiti e cerchiamo un posto sicuro per queste persone, ma solo il nostro aiuto non basta ad aiutare tutti quelli che ne hanno bisogno” dichiara il presidente Antonino Frunzo.

Lucia Di Pipi, vicepresidente e responsabile della raccolta e distribuzione di vestiti invita tutti a fare del bene: ” Io mi occupo di fornire ai senzatetto vestiti ed abiti raccolti in beneficenza. Noi siamo qui per aiutare il prossimo e invitiamo a partecipare tutta la popolazione, doniamo insieme dei vestiti a queste persone. Date una mano ai bisognosi e portate avanti con noi questi valori fondamentali: umiltà, carità e rispetto per gli altri “.

Una delle storie che abbiamo raccontato è quella di Giuseppina, 70enne battipagliese, che dopo la la morte di suo marito e di problemi con la pensione ha perso la sua casa. 

“Sono stata sfrattata dalla mia casa che è stata messa all’asta. Ho ammassato tutti i miei beni in un locale. La mia vita è tutta negli scatoloni . Ho una buona pensione  ma non riesco a trovare nessuna casa a Battipaglia, sono ospitata da un’amica. Purtroppo non posso lasciare la città, sono stata operata al cuore e ho bisogno di cure mediche. Nonostante tutto io penso di farcela, l’importante per me è trovare casa, del resto non ho paura ci racconta Giuseppina. 

Se hai bisogno di aiuto, o vuoi dare una mano ad aiutare chi ha bisogno puoi contattare il numero 3273190406 o scrivere un messaggio alla pagina facebook  I Figli di Madre Teresa di Calcutta e del Cardinale Angelo Comastri.

»

Leggi anche

[VIDEO] Goletta Verde, lo stato delle acque Campania: tutte le criticità

Campania. Goletta verde, l’iniziativa di Legambiente per il monitoraggio delle acque in Campania, ha presentato dei dati allarman

Ad Ascea nuova spazzatrice per raccolta rifiuti

Ascea. Il comune da oggi ha a disposizione una nuova spazzatrice, grazie alla sinergia tra l’ente e il concessionario del […]

Amalfi, mette di nascosto “blu punisher” aperitivo turista: arrestato

Amalfi. I Carabinieri della locale stazione hanno arrestato un uomo per spaccio di sostanze stupefacenti.  I militari  hanno procedut

Agropoli, al via 21 tirocini di inclusione

Ad Agropoli sono partiti ufficialmente questa mattina i tirocini di inclusione. Sono 21 i partecipanti, 15 che vedono quale soggetto [&