Lavoro, continuano a crescere le assunzioni nel comparto hi-tech Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada

Dopo anni di crisi del mondo del lavoro, si intravedono finalmente dati positivi per ciò che riguarda le assunzioni nel nostro Paese, soprattutto in alcuni settori specializzati favoriti dall’innovazione tecnologica. È proprio il comparto hi-tech, infatti, a trainare la ripresa dell’economia italiana, offrendo importanti opportunità sia ai giovani neolaureati che ai professionisti più esperti, pronti a ricollocarsi in maniera favorevole sul mercato. Ecco il quadro della situazione.

Cybersecurity, e-commerce e non solo: le opportunità nell’ambito della tecnologia

I dati registrati sia a livello nazionale che globale negli ultimi anni mostrano un trend estremamente interessante per i lavori connessi all’informatica e all’hi-tech in generale, tanto che i professionisti del settore risultano essere tra i più richiesti sul mercato del lavoro. Basta fare qualche ricerca sui siti dedicati proprio agli annunci lavorativi o sul social professionale per eccellenza, ossia LinkedIn, per rendersi conto infatti di quante posizioni si stiano aprendo in questo ambito.

Le competenze richieste sono sempre più specifiche e complesse e ciò permette di accedere non soltanto all’ambito posto di lavoro, ma anche a stipendi più elevati della media, che dunque rendono il mercato particolarmente concorrenziale anche per gli stessi professionisti, che riescono ad avere un buon grado di turnover senza particolari rischi. Statistiche recenti hanno posto l’accento sia sulla distribuzione geografica di tali posizioni e sui comparti più attivi in tal senso, evidenziando come sia la Lombardia, trainata ovviamente da Milano, a registrare la maggiore concentrazione di aziende e lavori hi-tech (29,7%), seguita a sorpresa da Lazio e Campania; in crescita un’altra regione del sud, ossia la Puglia, che ha attivato importanti investimenti in quest’ottica, e la Toscana, mentre calano Veneto, Piemonte ed Emilia Romagna.

A mancare, però, è il personale altamente qualificato, soprattutto nelle realtà aziendali di piccole e medie dimensioni che si trovano a far fronte alla necessità di innovare senza volere o potere investire cifre adeguate, anche in termini di risorse umane, un freno non da poco se si considera che al contempo i grandi operatori del mercato continuano a far girare milioni di euro e ad accaparrarsi le menti migliori, sia sul territorio italiano che convincendo i nostri giovani a spostarsi all’estero.

Quali sono i comparti più attivi

Parlare di informatica e di hi-tech oggi significa riferirsi a un settore così ampio che include un ampio ventaglio di attività e problematiche, alle quali vanno assegnate competenze ben specifiche. Blockchain e cybersecurity, per esempio, rappresentano due dei comparti con i maggiori tassi di crescita, aree fino a poco tempo fa quasi “sconosciute” che oggi rivestono un ruolo fondamentale sia a livello economico (vedi il boom delle criptovalute) che nella protezione dei dati degli utenti web, tematica molto delicata in cui l’informatica cammina a braccetto con la giurisprudenza.

Non meno interessante è la crescita del comparto che si occupa di intelligenza artificiale e machine learning, ossia di tutti quei sistemi che mediante la capacità di apprendimento e l’uso di tecnologie innovative consentono oggi di semplificare e rendere più efficienti tantissime attività, sia di carattere quotidiano che legate alla produzione industriale, al settore bancario e a quello energetico, solo per citarne alcune.

Infine non si può guardare al mondo del lavoro in ambito hi-tech senza fare riferimento a tutto ciò che riguarda i servizi online nel senso più generale del termine, includendo per esempio in questa macroarea l’e-commerce, i servizi offerti su siti e piattaforme web o le app per dispositivi mobili. Qui si spazia tra le applicazioni informatiche più disparate: potremmo citare, tanto per fare qualche esempio, i servizi offerti dalle società che si occupano di streaming audio e video oppure a quelli delle piattaforme dedicate ai giochi online, dove trovano spazio programmatori e sviluppatori in grado di trasportare le meccaniche delle slot machine e delle altre tipologie di svaghi nel mondo digitale, così come i tanti piccoli e grandi negozi online che non possono prescindere da figure tecniche che si occupino di realizzare il sito e di curarne ogni aspetto del funzionamento.

Insomma, i settori ad alta tecnologia si evolvono sempre più rapidamente e ciò apre scenari di grande interesse per tutti coloro che intendono lavorare in quest’ambito mettendo a frutto le competenze maturate in ambito accademico e professionale: un trend che nei prossimi anni potrebbe trainare l’economia italiana, soprattutto se supportato da adeguate misure di natura istituzionale e investimenti mirati.

Foto Sviluppatore web di Nick Youngson CC BY-SA 3.0 Pix4free

Foto di Burst da Pixnio

»

Leggi anche

Cava. Oggi autopsia su 32enne Fabrizio Gaudioso: aperta inchiesta

Cava de’ Tirreni. E’ stata effettuata quest’oggi,  presso l’ospedale di Mercato San Severino (Salerno), l’autopsia sulla

Battipaglia. Sportello informativo dell’Asis al Comune

Battipaglia. L’Asis aprirà uno sportello informativo al Municipio. Grazie all’importante e decisivo intervento politico d

Salerno. Tentato furto e utilizzo carta rubata : 2 arresti

Nell’ambito dell’attività di prevenzione generale e controllo del territorio, in data 29 gennaio  personale di polizia gi