La scaramanzia nel mondo: gli oggetti della fortuna Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada

Un piccolo portafortuna, un gesto propiziatorio, un rito scaramantico personale. Per i ricercatori dell’Università di Colonia, Germania, può bastare uno dei tre per avere maggiore sicurezza nella vita di tutti i giorni. La psicologia si unisce all’irrazionale e condiziona il nostro quotidiano. Per questo il mondo è pieno di amuleti e talismani che rassicurano, infondono speranza e portano fortuna.

La scaramanzia legata ai talismani 

Il talismano è un oggetto di piccole dimensioni cui vengono attribuite facoltà magiche e propiziatorie.  Riveste una funzione apotropaica: utile ad allontanare il malocchio. Il mondo dei film e dei giochi si è costantemente ispirato alla ritualità degli amuleti per creare storie avvincenti e misteriose. Come segnala lo staff di https://www.slotgallinaonline.it nella sua ricerca sul tema, tra le popolazioni più scaramantiche c’era quella dell’Antico Egitto. Alcuni esempi? Gli antichi Egizi, come riporta l’articolo, “sulla scaramanzia hanno creato un intero impero. I faraoni si affidavano a indovini e sacerdoti per allontanare il maligno e accattivarsi la benevolenza degli spiriti dell’aldilá”. Altro simbolo di fortuna, invece, era lo scarabeo egizio, che spesso era raffigurato sugli oggetti portafortuna, in quanto benaugurante. Non è un caso che anche su alcuni giochi moderni, come le slot, ambientati nell’antico Egitto, lo scarabeo abbia un valore piuttosto rilevante ai fini della vittoria.  Ma i simboli scaramantici sparsi per il mondo sono davvero centinaia. Eccone alcuni.

Scaramanzia, talismani e portafortuna 

Monete d’argento britanniche, daruma giapponesi, jin chan del Sol levante, ghiande norvegesi, pisanky dell’est Europa, gris gris africani, nazar turchi e tumi peruviani. Sono alcuni dei talismani sparsi per il mondo ritenuti di buon auspicio dalle tradizioni locali. Ecco una breve panoramica sulle loro portentose caratteristiche.

Le monetine d’argento in Regno Unito, dove la Gambling Review rischia di ridimensionare il mercato e favorire il gioco illegale, vengono nascoste nel Christmas pudding durante le feste natalizie: il goloso che le trova nel budino sarà fortunato per l’anno intero. Diverso il discorso per la daruma giapponese: una piccola bambola votiva che incarna la perseveranza e la buona fortuna. Tonda, senza braccia e gambe: di forma sferica e baricentro basso, tale da restare sempre in equilibrio ad ogni movimento. Bisogna colorarle gli occhi bianchi, uno alla volta, per essere baciati dalla dea bendata. Se il primo desiderio si avvera, si passa al secondo occhio. Il jin chan è invece il rospo dei soldi cinese: una rana toro con gli occhi rossi e tre zampe, con un mucchio di monete. Porta fortuna in casa, a patto che abbia almeno una moneta in bocca. 

Le ghiande norvegesi portano fortuna agli abitanti nordici perché, secondo la tradizione, proteggono la casa dai fulmini: per questo vanno collocate sul davanzale. La ghianda è il frutto della quercia, albero sacro ai vichinghi e al dio Thor creatore di tuoni e fulmini con il suo martello mitologico. Sempre in Europa, ma più giù della Scandinavia e precisamente in Polonia, i pisanky portano fortuna a chi li possiede. Si tratta di piccole uova dipinte a mano con cera calda e capocchie di spillo secondo lo stile pysachok. Il gris gris africano, una piccola borsa in pelle con i versi del Corano, allontana il demonio da chi la indossa: può contenere erbe, olii preziosi e pietre. C’è chi lo unisce a capelli e unghie per rafforzare il legame tra il gris gris e il suo possessore.

Il nazar turco simboleggia l’occhio di Allah. Detto anche nazar Bonjuk è l’amuleto più potente contro il malocchio e l’invidia: il suo nome deriva dall’arabo e significa “sguardo”. Il tumi è invece un coltello a mezzaluna delle civiltà precolombiane utilizzato agli albori per sacrifici animali e per ingraziarsi il dio Inti. Per questo il manico è abbellito con bassorilievi di figure animali ma anche esseri umani. Per trovarlo bisogna puntare al Perù. Oppure girare il mondo, per scovare tutti gli altri.

 

»

marco polo appalti 1

CISL FP BANNER

convergenze

banner bbc aquara sito

banner caputo sito

nuovo-banner-mec

banner_papera_220x180

Leggi anche

Sentiero degli Dei: studentessa17enne colta da malore

Nel primo pomeriggio di oggi il Soccorso Alpino e Speleologico della Campania è stato allertato dalla centrale operativa 118 di [&hell

Eboli. Pd:”Impianto rifiuti: gestione fallimentare targata Conte”

Eboli. “Impianto di rifiuti nell’area PIP: l’ennesima gestione fallimentare targata Conte”, a sostenerlo il gruppo cons

Camerota, compare ‘M’ gigante sulla spiaggia

Camerota.  S’infittisce il chiacchiericcio tra le stradine del borgo turistico cilentano. Questa mattina i residenti si sono accorti

banner-il-mondo-dei-bimbi

DP GOMME BANNER WEB

Webp.net-gifmaker

Webp.net-gifmaker (1)

Webp.net-gifmaker-2