Dossier Viminale: in un anno uccise 105 donne. +128% sbarchi Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada

Gli omicidi compiuti da partner o ex sono stati 62, quelli avvenuti in ambito familiare/affettivo 88

Dal primo agosto 2020 al 31 luglio 2021 sono state uccise 105 donne. Rispetto allo scorso anno si è registrato un calo del 13,9%. E’ quanto emerge dai dati del “Dossier Viminale”, pubblicato in occasione della tradizionale riunione del Comitato nazionale per l’ordine e la sicurezza pubblica.

Gli omicidi compiuti da partner o ex partner sono stati 62 mentre quelli avvenuti in ambito familiare/affettivo sono stati 88. Le denunce per stalking sono state 15.989. 

Omicidi, rapine e delitti

– Dal primo agosto 2020 al 31 luglio 2021 sono state uccise in Italia 276 persone (-6,4% rispetto all’anno precedente). Tredici omicidi sono attribuiti alla criminalità organizzata. Le rapine sono state 19.975 (in calo), i furti 730.061 (in calo), le truffe 155.242 (aumentate del 16,25 %). I delitti informatici sono stati 202.183 il 27.35% in più dell’anno precedente.

Operazioni antimafia

– Nello stesso periodo sono state rilasciate 506.203 le certificazioni antimafia, 4.7% in più rispetto alle 483.386 del periodo compreso tra il 1 agosto 2019 e il 31 luglio 2020. Adottate 2.263 interdittive, il 21.3% in più rispetto alle 1.815 dell’anno precedente. Le operazioni di polizia giudiziaria sono state 179, facendo registrare un +33.6% rispetto al periodo compreso tra il 1 agosto 2019 e il 31 luglio 2020. I latitanti di rilievo arrestati sono stati 45. Aumentati del 49,1% i sequestri di beni (8.785) per un valore complessivo di 1,9 milioni di euro. Cresciuti del 136,8% anche le confische (4.246) per un valore complessivo di 1.731 milioni di euro. Il valore dei beni confiscati segna un +366,6%. Sono stati sciolti 61 enti locali per infiltrazioni della criminalità organizzata, registrando un +3,4% rispetto al periodo tra il 1 agosto 2019 e il 31 luglio 2020. Nello stesso periodo sono stati 15 gli accessi ispettivi antimafia nei comuni, con un +66.7% rispetto all’anno precedente.

Le persone scomparse

– Sono 8.593 persone ritrovate nel 2021 di cui 4.208 minori. Si tratta del 50,1% sul totale delle persone scomparse. Le denunce di scomparsa sono 17.156, di cui 10.216 riguardano stranieri e 10.505 sono minori.

In un anno +128% sbarchi

– Rispetto all’anno precedente da agosto 2020 a luglio 2021 sono sbarcati in Italia 49.280 migranti, il 128 % in più dell’anno precedente. I minori non accompagnati sono stati 7.843 (+155,26%). Sono state 41.052 le richieste di asilo presentate in Italia. Sono 43.877 le domande esaminate, l’11,9% per lo Status di rifugiato, 16,7% per la protezione sussidiaria, il 7,6% per la Protezione speciale mentre il 37,7% con provvedimento di diniego e il 26,1% risultano irreperibili o hanno rinunciato. Infine sono state 71 le espulsioni per motivi di sicurezza dello Stato. Il numero è lo stesso rispetto allo scorso anno. Sono 144 invece i foreign fighter monitorati (-1,4%). Sul fronte del terrorismo interno, sono stati arrestati 7 estremisti di area anarchica e 18 provenienti dall’area della destra eversiva.

»

Leggi anche

Enti formativi accreditati: ok accesso a servizi digitali Regione Campania

Campania. Tutte le Agenzie formative accreditate potranno accedere ai servizi digitali di Regione Campania per la presentazione della d

Battipaglia, giù ex scuola Fiorentino: sorgerà una piazza

Battipaglia. Sono iniziate le operazioni di abbattimento dei padiglioni di via De Gasperi della scuola media “Fiorentino”.

Capaccio. Ex Cirio diventerà polo culturale: progetto da 14 milioni

La fabbrica dell’ex Cirio, a Capaccio Paestum, da area degradata diverrà una nuova location culturale per raccontare la storia. È [

Webp.net-gifmaker