Tagli alberi pineta Torre, Cittadini 5S Capaccio Paestum:”A quando prossimo scempio” Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada

Capaccio Paestum. Taglio selvaggio delle piante a Torre di mare  all’interno della pineta durante dei lavori di messa in sicurezza: sulla questione intervengono i cittadini 5 Stelle Capaccio Paestum.
Ecco la nota inviata alla nostra redazione
MA QUALE AMBIENTALISMO? QUALE INDIGNAZIONE ? QUANTI HANNO LETTO IL VIGENTE PIANO DI GESTIONE FORESTALE?
Con decreto n.126 del 25/06/2020, si è approvato il Piano di Gestione Forestale dei beni silvo-pastorali del comune di Capaccio Paestum con periodo di vigenza decennio 2020/2029.
Nei beni da gestire e che in questo periodo hanno subito il peggiore scempio c’è la pineta litoranea che insiste nel nostro territorio per 187 ettari. Definito insediamento artificiale e inteso a suo tempo necessario per la tutela della duna costiera i lavori iniziano nel periodo post bellico, fu luogo di sperimentazioni ove per la prima volta si tentò di bloccare il movimento delle sabbie dunali mediante la semina di Ammophila arenaria a cui fecero seguito interventi di trattenimento della sabbia mediante l’affissione al suolo di canne che costituirono un reticolo di forme geometriche varie.
dopo la germinazione della Ammophila, si praticò nell’immediatezza della battigia l’impianto vero e proprio mediante postime di secondo e terzo anno di Pinus halepensis, Pinus pinaster e Acacia saligna, a sesto di impianto irregolare
A circa 50 metri dall’impianto con sesto irregolare fu costituita la pineta vera e propria. Oggi la pineta è rappresentata da più strati; allo strato prossimo all’impianto con sesto irregolare segue un impianto a filare con impiego di circa 1250/1300 piante per ettaro. La pineta ad eccezione della sez.46 situata a Capaccio Scalo ricade nella Riserva naturale Foce Sele Tanagro e Monte Eremita, il riconoscimento del valore naturalistico dell’area trova sostegno giuridico mediante la legge regionale 1 settembre 1993, N°33, rientra nel Sito di Interesse Comunitario SIC IT 8050010, Area di Tutela Paesaggistica d.lgs. 42/2004, perimetrazione del Sito Unesco IT 842-001
In applicazione dell’art. 14 della legge Regione Campania 11/96 il complesso è classificato BOSCO, così come richiamato dall’art. 18 del regolamento di tutela e gestione sostenibile del patrimonio forestale n 3/2017 modificato dal Regolamento n.8/2018.
Nella fascia pinetaria fin dall’impianto fu prevista la suddivisione in fasce parafuoco, chiaramente a distanza di 70 anni hanno perso le loro caratterisiche diventando vere e proprie strade vicinali che conducono agli arenili.
TORNANDO AI GIORNI NOSTRI…
Nel piano di miglioramento, recupero, manutenzione e lotta agli incendi boschivi è previsto l’adeguamento degli spartifuoco in quanto attualmente inadeguati a garantire le interruzioni della copertura arborea, per aumentare l’interruzione della continuità vegetale, e creare una rete capillare di accessi, oltre al passaggio in cui si propone la creazione di un brand territoriale con parco litorale di 13 km.
 
»

marco polo appalti 1

CISL FP BANNER

convergenze

banner bbc aquara sito

banner caputo sito

nuovo-banner-mec

banner_papera_220x180

Leggi anche

Controlli Salernitano Gdf carburanti: raffica di sanzioni distributori

A seguito dei recenti aumenti di prezzo che hanno caratterizzato il mercato dei carburanti, la Guardia di Finanza ha intensificato, [&h

Buonabitacolo. Tentano truffa anziano: denunciati 2 giovani

Buonabitacolo. Al termine di specifici servizi predisposti dalla Compagnia di Sala Consilina, finalizzati alla prevenzione e repression

Stop acqua 23-25 maggio: i comuni interessati e il piano invio autobotti

Il Prefetto di Salerno, Francesco Russo, ha presieduto nei giorni scorsi un primo incontro convocato per la pianificazione delle attivi

banner-il-mondo-dei-bimbi

DP GOMME BANNER WEB

Webp.net-gifmaker

Webp.net-gifmaker (1)

Webp.net-gifmaker-2