[VIDEO] Eboli. Gdf scopre mercato del falso in rete: sequestrati oltre 2000 prodotti Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada

Denunciato 23enne. Una serie di prodotti recanti note griffe della moda, palesemente contraffatti

Nei giorni scorsi, la Guardia di Finanza di Salerno ha eseguito il sequestro di oltre 2.000 prodotti tra capi di abbigliamento ed accessori contraffatti, quali scarpe, borse ed orologi, rinvenuti all’interno di un deposito nel comune di Eboli.

Nello specifico, l’intervento delle Fiamme Gialle della Compagnia di Eboli ha avuto luogo all’esito di una mirata attività info-investigativa, sviluppata anche con dati finanziari. Nel corso degli accertamenti, sono stati anche analizzati i profili social riconducibili all’indagato, che se ne avvaleva per pubblicizzare la merce destinata alla vendita online, specie attraverso la piattaforma Instagram.

L’incrocio degli elementi emersi, via via, con il prosieguo delle operazioni ispettive ha così permesso ai Finanzieri di risalire a quello che era un vero e proprio “mercato del falso” in rete, che sfruttava quale base logistica un deposito sito nel comune di Eboli (SA).

Dopo appositi servizi di appostamento, i militari hanno proceduto a diverse perquisizioni, scoprendo una serie di prodotti recanti note griffe della moda, palesemente contraffatti che, seppur falsi, si presentavano di ottima fattura, con tanto di certificati e annesso packaging, pressoché identico all’originale.

Unitamente alla merce, è stata pure sequestrata una somma di circa 1.400 euro, verosimilmente il provento dell’attività illecita, nonché i due conti correnti postali utilizzati dal responsabile nelle compravendite sul web.

Inoltre, sono in corso di identificazione gli acquirenti i quali, dall’analisi della pagina facebook dove venivano pubblicizzati e commercializzati i prodotti, sembrerebbero essere numerosi. Nei loro confronti, una volta individuati, sarà avviata l’istruttoria per l’eventuale applicazione della sanzione amministrativa prevista in questi casi. Il 23enne ebolitano è stato pertanto denunciato a piede libero alla Procura della Repubblica di Salerno per il reato di contraffazione. Ennesima testimonianza, questa, del ruolo centrale della Guardia di Finanza nel contrasto a qualsiasi forma di illegalità economica in grado di alterare le ordinarie dinamiche del mercato dei beni e servizi.

»

Leggi anche

Maxi incidente stradale: vittima 46enne di Pollica

È di un morto e otto feriti il bilancio complessivo del maxi incidente stradale avvenuto ieri sera sulla Cilentana, allo […]

Rincari energia e materie prime: parola ai panificatori di Abanella

Albanella. Da lunedì prossimo aumenta il costo del pane a Salerno. In media si pagherà 4 euro al chilo. Intanto […]

Nel Salernitano a rischio chiusura centinaia di panifici

Centinaia di panifici rischiano di abbassare le serrande a causa del caro energia e materie prime. Sono ben 500 le […]

Webp.net-gifmaker