Cava. Falso incidente stradale: 2 arresti per truffa. Chiesti 30.000 euro Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada

Telefonano alla vittima spacciandosi per un maresciallo dei carabinieri

Cava de’ Tirreni. Finto incidente: arresto di due persone per truffa. I carabinieri del reparto territoriale di Nocera Inferiore e della Tenenza di Cava de’ Tirreni hanno arrestato, nella quasi flagranza del reato di truffa aggravata in concorso, due persone originarie di Napoli di 53 (con precedenti specifici) e 26 anni (incensurato). Responsabili di un raggiro consumato la sera del 9 settembre 2021 ai danni una famiglia residente a Cava de’ Tirreni, attraverso la tecnica del finto incidente stradale. Ai fini del buon esito dell’operazione, è risultata determinante la segnalazione al 112 immediatamente effettuata dalla parte offesa una volta accortasi di essere stata frodata, che ha consentito, grazie al capillare impiego di pattuglie in uniforme e in abiti civili che è in atto per contrastare la consumazione di tali reati, di individuare gli autori e bloccarli lungo la via di fuga in direzione del capoluogo partenopeo. La vittima della truffa, momentaneamente sola in casa, era stata raggiunta dalla telefonata di una persona che, spacciandosi per maresciallo dei carabinieri, l’aveva indotta a credere che il marito e il loro figlio disabile fossero rimasti coinvolti in un contenzioso legale, scaturito da un sinistro stradale (in realtà mai avvenuto), per risolvere il quale si richiedeva il versamento di un’ingente somma di denaro. Il provento della truffa, quantificato in sede di denuncia in 30.000 euro circa in contanti, frutto di risparmi accantonati in casa nel corso degli anni, è stato prelevato dal più giovane dei due arrestati (fintosi avvocato), successivamente riconosciuto dalla vittima dopo essere stato bloccato dai carabinieri. Ulteriori indagini saranno svolte al fine di verificare l’eventuale responsabilità degli arrestati in altre truffe verificatesi nel tempo. L’operazione, al pari degli analoghi risultati recentemente conseguiti dalle varie articolazioni locali dell’Arma, rientra in una più ampia azione di contrasto espletata dal comando provinciale di Salerno nei confronti dello specifico fenomeno delittuoso attraverso il controllo del territorio e la costante opera preventiva di informazione e sensibilizzazione delle comunità locali sulle insidiose tecniche fraudolente adottate dai malviventi. Gli arrestati sono stati tradotti agli arresti domiciliari in attesa di udienza di convalida, come disposto dal p.m. di turno della Procura della Repubblica presso il tribunale di Nocera Inferiore.

»

Leggi anche

Giffoni Valle Piana. Ritrovato in un dirupo corpo Palmieri: fatto a pezzi da moglie e figli

Giffoni Valle Piana. Omicidio del panettiere Ciro Palmieri 43 anni: il corpo ritrovato in un dirupo. Il ritrovamento è stato […

Albanella. Evento Oasi, Mirarchi:”Nessuna mancanza di rispetto memoria di Sara”

Albanella. “Svolgere una manifestazione nell’Oasi Bosco Camerine non è stata di sicuro una mancanza di rispetto ai familia

Agropoli. Movida: ecco gli orari da rispettare

Agropoli. Il sindaco Roberto Mutalipassi ha firmato un’ordinanza per regolamentare gli eventuali intrattenimenti musicali che dov

Webp.net-gifmaker