Capaccio. Fascia costiera: Stop degrado e parchi avventura. Si parte dalla Laura Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada

PROGETTO DA DUE MILIONI E MEZZO DI EURO

Capaccio Paestum. “Non bisogna espropriare, ma solo approvare una variante. Bisogna procedere in maniera celere, affinché per la prossima estate un pezzo della fascia costiera sia riqualificata. Per ottenere questo risultato ci servirà una prova di audacia per tutti. L’area che abbiamo scelto è fortemente vincolata, ma anche fortemente degradata. Non possiamo perdere nemmeno un giorno, se necessario procederemo anche con lavori notturni”.

Con queste parole il sindaco di Capaccio Paestum, Franco Alfieri, ha introdotto l’argomento principale dell’ultima seduta di consiglio comunale, la riqualificazione di un primo tratto di litorale.

L’area individuata e di cui Alfieri parla è nella contrada marittima di Laura.

“Stiamo approvando un progetto per l’intera area  – spiega Alfieri – di circa tre chilometri di costa. Abbiamo scelto Laura per iniziare, perché è la frazione maggiormente antropizzata e frequentata, maggiormente oggetto di stabilimenti balneari, ma anche maggiormente degradata. C’è la forte volontà di intervenire dal Sele fino al Solofrone. Per l’estate 2020 già vogliamo dare un segno tangibile”. Il progetto è una variante al piano regolatore generale e consente di trasformare un’area agricola in una che potrà essere oggetto di intervento e servizi pubblici. “Il progetto – continua Alfieri – è ambizioso. Oggi è stata approvata una concessione demaniale per quindici anni: un orizzonte di serenità imprenditoriale, più sicurezze per chi investe, ma gli investimenti vanno anche inquadrati. Anche l’ambiente in cui si investe deve essere decoroso, sicuro, illuminato, gradevole e vivibile. Questo intervento mette in diretta correlazione la fascia costiera con la fascia pinetata. Siamo alla fase conclusiva dell’approvazione del Paf, si interverrà anche sulla fascia pinetata, effettueremo manutenzione, pulizia, realizzeremo due parchi avventura. Inizia una nuova era e elimineremo il degrado da questa fascia costiera, daremo un segnale di recupero e consentiremo di fruirne per tutto l’anno. La variante è molto semplice e dovrà acquisire tutti i pareri necessari. Oggi lì non c’è nulla da tutelare: immondizia, abbandono, macchia mediterranea trascurata, quando cala il sole l’area è inaccessibile. Ci sono lidi che fanno sforzi enormi per essere all’avanguardia, ma poi il litorale è un ingorgo di auto e l’area non è tutelata”. Per avviare la riqualificazione i fondi sono già disponibili. “Non abbiamo più il problema delle risorse finanziarie. Abbiamo due milioni e mezzo: faremo un primo appalto utilizzando un mutuo da 1,5 milioni; l’altro milione è già nelle casse comunali. Ovviamente – conclude Alfieri –  quando le cose si fanno con urgenza il tempo è ridotto, anche per visionare i documenti. Ma siamo disposti alla massima apertura alla minoranza, sia sul tratto da scegliere per iniziare che sul progetto esecutivo”.

»

Leggi anche

Altavilla. Linea Vita Tierno: installazione sistemi sicurezza certificati

Altavilla Silentina. ” Sicurezza, ovunque, sempre. La vita, va protetta”, questo il motto dell’azienda  Linea Vita T

Roccadaspide, Ufficio di Piano S7: Martorano nuovo coordinatore

Roccadaspide. Sarà Antonio Martorano, già segretario generale del Comune, a prendere il posto di Fulvia Galardo in qualità di coordi

Albanella pronta ad aderire alla green community del Cilento interno

Albanella. Il Comune, guidato dal sindaco Renato Josca, ha aderito all’avviso pubblico per la presentazione di proposte di intervento

Webp.net-gifmaker