[VIDEO] Albanella. Fra qualche mese, operativo impianto produzione biogas e compost Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada

L’obiettivo è produrre compost di alta qualità da utilizzare nelle serre e  biometano

Continuano ad Albanella i lavori per la realizzazione di un impianto per la produzione di compost e biometano in località Forestelle, utilizzando i liquami degli allevamenti bufalini. Nel giro di qualche mese l’impianto sarà perfettamente operativo.

L’obiettivo è produrre compost di alta qualità da utilizzare nelle serre e  biometano

Questo consentirebbe anche di eliminare i tanti problemi legati allo smaltimento dei liquami che non sempre avviene in modo legale. Come dimostrano i tanti sversamenti illeciti che si registrano in tutto il circondario all’interno di canali e corsi d’acqua. I liquami saranno trasformati in in biometano e concime. Anche gli scarti delle produzioni ortofrutticole produrremo energia nel rispetto dell’economia circolare.

Un altro impianto con le stesse caratteristiche è localizzato a Serre in località Campofiorito
Ciascuno di questi impianti, partendo da scarti bufalini (90%) e alimentari (10%), produrrà 500 metri cubi l’ora di biometano liquido e 50mila tonnellate di concime, lavorando 200mila tonnellate di sottoprodotto in entrata e con una produzione di rifiuti pari a zero.
Gli impianti sorgeranno nella Piana del Sele un territorio ad alta concentrazione di imprese agricole. In particolare allevamenti di bufalini e coltivazioni di ortaggi, con l’obiettivo di favorire concretamente il rapporto fra la produzione di energie rinnovabili tramite l’economia circolare. L’impianto in corso di realizzazione ad Albanella nasce con l’obiettivo di trasformare i reflui zootecnici in fertilizzante e sarà aperto a convenzioni con aziende del territorio che intendono conferire i reflui. All’interno dell’area ci sarà anche un edificio adibito a laboratorio di ricerca, convenzionato con l’Università di Napoli.

Le perplessità dei cittadini 

I fini e gli obiettivi sono sicuramente validi i cittadini però chiedono rassicurazioni sia per l’eventuale propagarsi di odori fastidiosi e soprattutto sui possibili disagi che possono crearsi per l’inevitabile incremento del traffico di mezzi pesanti in un’area tra l’altro ad alta valenza naturalistica e paesaggistica.

»

Leggi anche

Eboli. Al via, dal 19 al 21 luglio, la VI edizione di “Eboli Città Sveva”

Al via la VI edizione di “Eboli Città Sveva”: il 19-20-21 luglio 2024 la città si tramuterà in un Borgo […]

Al Molo Manfredi installata opera luminosa “I love Salerno”

Salerno.  “I love Salerno”: l’opera artistica luminosa  è stata inaugurata al molo Manfredi. L’inaugurazione

Giffoni film Festival e Asl: tutte le iniziative in campo

Il Dipartimento di Salute Mentale, di concerto con la Direzione strategica della Asl Salerno (ingegnere  Gennaro Sosto, dott. Primo Se

Salerno, piede diabetico: screening gratuito alla Casa di cura Villa del Sole

Nella Casa di Cura Villa del Sole di Salerno una giornata di screening gratuito per la prevenzione piede diabetico.  Il […]