Altavilla. Morte badante: pm chiede ergastolo per presunto omicida Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada

I fatti risalgono al 5 marzo 2020, quando Snejana Bunacalea fu trovata morta  ad Altavilla Silentina.

Rischia l’ergastolo l’uomo di Altavilla Silentina accusato di aver ucciso la badante della madre, annegandola nella vasca da bagno. I fatti risalgono al 5 marzo 2020, quando Snejana Bunacalea fu trovata morta  ad Altavilla Silentina. La donna  assisteva, da alcuni mesi,  l’anziana mamma. Nei confronti del 51enne Gerardo Cappetta, il pubblico ministero ha chiesto l’ergastolo.

Questa, dunque, la richiesta formalizzata nelle scorse ore dal pubblico ministero Bianca Rinaldi ai giudici della Corte d’Assise del tribunale di Salerno. Non fu un incidente, dunque, secondo il magistrato che vede in Gerardo Cappetta il responsabile della morte della donna.

Il 51enne avrebbe spinto più volte la donna con la testa contro la superficie della vasca colma d’acqua. Il magistrato, nel corso della requisitoria, ha ricostruito la dinamica dell’accaduto. L’uomo avrebbe sorpreso la 43enne all’interno del bagno e, dopo averla colpita con schiaffi, calci e pugni, l’immobilizzò afferrandole la testa e tirandole i capelli. Poi, l’avrebbe trattenuta in ginocchio davanti al bordo della vasca piena, spingendola contro la superficie della vasca e facendola morire per annegamento. (Articolo del quotidiano il Mattino)

 

»

Leggi anche

Incidente in autostrada A2: perde la vita camionista di Caggiano

Schianto in autostrada A2 all’altezza dello svincolo per Atena Lucana: muore camionista di Caggiano. L’uomo era alla guida di un’

Campania, allerta meteo dalle 6 di domani per temporali

 La Protezione Civile della Campania ha emanato un avviso di allerta meteo di livello Giallo per piogge e temporali valido […]

Stato dell’arte lavori scuola S. Maria delle Grazie di Sava: De Luca a Baronissi

Il presidente  della Regione Campania Vincenzo De Luca, questa mattina, a Baronissi, per incontrare studenti e famiglie della scuola S