Altavilla. 42enne maltratta compagna: notificato divieto di avvicinamento Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada

Si conoscono sui social, dopo un po’ di tempo, decidono di convivere. Ma, quello che sembrava amore  per una quarantenne di Altavilla Silentina si è trasformato in un inferno. La donna infatti, in più di un’occasione è stata vittima di violenza e maltrattamenti da parte di un 42enne.

All’uomo  su disposizione della Procura,  lo scorso fine settimana  è stato notificato un divieto di avvicinamento. Le indagini sono state condotte dai carabinieri della caserma di Altavilla capoluogo, coordinata dal comandante Massimiliano Mirra, dipendenti della compagnia di Eboli, agli ordini del capitano Emanuele Tanzilli. Uno degli episodi più brutto è stato quello consumatosi nei giorni scorsi nel comune di Capaccio Paestum. L’uomo ha raggiunto la sua ormai ex convivente  in un bar e,  senza minimamente preoccuparsi di trovarsi in un luogo pubblico, ha iniziato ad inveire contro la donna mettendole le mani addosso e picchiandola. Una scena, che è stata ripresa dal sistema di videosorveglianza. Immagini, che hanno consentito agli inquirenti, comprese la testimonianza della vittima e di altre  persone, di accertare l’effettiva responsabilità dell’uomo. Questo episodio ha fatto seguito ad una precedente denuncia presentata agli inizi di febbraio, nella quale la donna aveva denunciato ai carabinieri i continui maltrattamenti stanca di subire violenza. Ma il 42enne nonostante fosse stato denunciato e allontanato dalla casa dove viveva con la compagna ha continuato con il suo atteggiamento persecutorio, che ha avuto l’epilogo proprio nel brutto episodio consumatosi a Capaccio Paestum. Oltre alla violenza usata contro l’ex convivente ha anche bucato le ruote della sua autovettura. Una storia che ha inizio oltre un anno fa quando i due,  lei di Altavilla Silentina lui di origine napoletana,  iniziano a scriversi sui social. Passa del tempo e decidono di vivere insieme prima nel comune di Albanella e poi si trasferiscono ad Altavilla. La donna non riesce più a vivere in quella situazione di sofferenza e, agli inizi di febbraio, decide di sporgere denuncia e l’uomo viene allontanato da casa. Poi l’episodio di violenza a Capaccio pochi giorni dopo  dalla prima denuncia, che ha costretto la quarantenne a procedere con un’ulteriore integrazione della stessa fatta in precedenza. L’uomo, al quale è stato notificato il divieto di avvicinamento,  nei prossimi giorni sarà sottoposto a interrogatorio di garanzia. L’ennesimo episodio purtroppo di violenza sulle donne. In questo caso, la vittima ha avuto il coraggio di denunciare i maltrattamenti subiti e uscire fuori da una storia che le avrebbe portato solo sofferenza comprendendo che l’unica soluzione da mettere in atto era quella, come poi è stato,  di interromperla e denunciare.

»

Leggi anche

Vallo di Diano, Filiera cerealicola: ok a manifestazione di interesse

Con riferimento alle attività del Progetto “Ag. I. Re. Agricoltura Innovativa e Resiliente”, a valere sulla misura 16.7.1 del PSR

Buccino. Bolletta gas da un milione di euro per industria conserviera

Caro energia? Lo conosce bene un’impresa conserviera, in piena campagna per la produzione di conserve di pomodori di Buccino.  F

Capaccio. Cagnolina, ferita alla testa, abbandonata in strada su un telo

Capaccio Paestum. E’ stata poggiata su un telo e abbandonata in via Terre delle Rose in prossimità di un canale […]

Webp.net-gifmaker