Albanella. Randagi: sterilizzati, microchippati e reimmessi su territorio Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada

La Lega nazionale per la difesa del cane,  reintroduce il cane, sterilizzato e censito, da dove è stato prelevato e si fa carico del suo accudimento

Albanella. Contrasto al fenomeno del randagismo: emessa ordinanza sindacale per la reimmissione controllata dei cani. I randagi saranno sterilizzati, microcippati e affidati ad una associazione animalista. 

L’ordinanza porta la firma del sindaco Renato Josca ed è stata attuata nel rispetto della legge regionale “Disposizioni volte a promuovere e a tutelare il rispetto ed il benessere degli animali d’affezione e a prevenire il randagismo”, che riconosce al cane il diritto di essere animale libero, a condizione che si accerti la non sussistenza di condizioni di pericolosità per uomini, animali e cose.

I cani liberi accuditi, a seguito del riconoscimento, sono sterilizzati dal servizio veterinario della Asl Salerno e sono iscritti nella Banca dati a nome del sindaco che ne ha effettuato il riconoscimento. L’associazione la Lega nazionale per la difesa del cane,  reintroduce il cane, sterilizzato e censito, nella zona esatta da dove è stato prelevato e si fa carico del suo accudimento. L’associazione si è resa disponibile a fare da tramite ai volontari del territorio di Albanella che già da anni si occupano di sfamare ed accudire i cani reimmessi ed i gatti presenti nel comune di Albanella.

“L’obiettivo – afferma il consigliere comunale delegato alla tutela animali, Carla Russo – è assicurare il necessario benessere ai randagi  contrastando il fenomeno del randagismo, un problema come in molti altri comuni,  molto avvertito anche  sul nostro  territorio comunale. E contestualmente garantire una ottimale convivenza nell’ambito della comunità uomo – animale ”.

I randagi non dovranno essere cani morsicatori e devono essere ben integrati con il contesto sociale; non siano già stati segnalati quali autori di molestie;  siano in buone condizioni di salute ed in grado di sopravvivere per strada; abbiano ottenuto l’applicazione del richiesto microchip a nome del Comune di Albanella; riportino, ai margini della ferita chirurgica, un tatuaggio con la scritta “Asl Sa”; possiedano il dovuto collare di riconoscimento catarifrangente; vi sia ufficiale richiesta di reimmissione da parte dell’Associazione protezionistica autorizzata; sia individuata una persona fisica responsabile della cura e del sostentamento di ogni animale reimmesso sul territorio, il cui nominativo sarà comunicato all’Asl Salerno.

»

Leggi anche

Battipaglia. Intensificati controlli Polizia: sequestri, sanzioni e denuncia

Battipaglia. Proseguono i servizi straordinari di controllo del territorio, disposti dal Questore di Salerno Giancarlo Conticchio nel c

Campania. Calano temperature con gelate e forte vento

La Protezione Civile della Regione Campania ha emanato un avviso di allerta meteo per temperature in sensibile diminuzione con gelate [

Salerno. Questura attiva protocollo Zeus per “rieducare” uomini molesti

Il Questore della provincia di Salerno, il giorno 1 febbraio 2023, ha sottoscritto con il Centro italiano per la promozione […]