Agropoli/Roccadaspide. Affidamento randagi, monta protesta: “Atti illegittimi” Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada

Agropoli. 110.000 euro: è questa la somma che il Comune ha concordato, con un canile dell’hinterland napoletano, attuale gestore dei cani di proprietà comunale, per l’affidamento definitivo di 81 randagi. Decisione intrapresa anche dal Comune di Roccadaspide: 20 i cani ceduti alla stessa struttura per circa 73.000 euro.

Provvedimenti, che hanno sollevato la protesta della Lega nazionale per la difesa del cane di Salerno. Il legale dell’associazione animalista Anna Vicinanza ha inviato una nota, ai due Comuni, al servizio veterinario regionale, alla Commissione regionale randagismo e al presidente nazionale Assocanili Michele Visone, definendo l’affidamento “anomalo e illegittimo”. Nella nota si chiede la revoca degli atti adottati. Nei prossimi giorni sarà presentato anche un ricorso al Tar. In entrambi i casi l’affidamento è avvenuto attraverso dei deliberati di giunta, con i quali è stata approvata la proposta del canile. “ Si parla di cani come degli oggetti – afferma Vicinanza – sono degli esseri viventi e senzienti. L’affidamento viola non solo i diritti riconosciuti agli animali ma anche le disposizioni normative. Con l’atto di affido non è stata garantita la liceità del percorso di adozione. Le adozioni dei cani da strutture pubbliche e private possono avere solo la finalità di trasferimento definitivo in una famiglia. Con l’atto di cessione il canile diventa proprietario, cosa anomala e contraria alla nostra legge regionale. Non si può trasferire la proprietà al canile”. Vicinanza solleva dubbi sull’effettiva tutela degli animali e aggiunge:” Un altro problema è quello relativo alla perdita di potere di controllo, vigilanza e protezione dei sindaci sui cani ricoverati nella struttura. Non vi è menzione negli atti della conservazione di tale potere”.

Entrambi i Comuni hanno ritenuto vantaggiosa la proposta del canile anche in relazione all’aumento delle tariffe giornaliere, previste dalla legge regionale, per il mantenimento dei cani optando per l’affidamento definitivo. “ Una delegazione della Lega del cane andrà ad effettuare un controllo nel canile sperando che non ci facciano ostruzionismo sperando che questi cani siano ancora in vita. Molti cani di Agropoli sono entrati nel 2010 significa che dovrebbero avere 12 anni. Saranno ancora vivi? . Sono stati fatti i necessari controlli? “, si chiede Vicinanza. Sulla vicenda interviene anche Michele Visone, presidente nazionale Assocanili e componente della commissione regionale randagismo. “ Procederemo con un ricorso al Tar solo per il Comune di Agropoli perché per Roccadaspide i termini sono scaduti. La domanda è questi cani a chi saranno intestati?. Non possono essere intestati ad una persona giuridica – evidenzia Visone – la legge stabilisce che devono andare in una famiglia per l’affidamento definitivo non in una struttura o in uno stallo. Si tratta di atti illegittimi. Stiamo valutando anche la possibilità di fare una denuncia alla Procura. Va considerato anche il possibile danno erariale per i Comuni. E, se i cani venissero tutti adottati? . Senza contare che dal punto di vista etico non è concepibile liberarsi dei cani in questo modo – conclude – sono stati trattati molto peggio di un rifiuto, almeno per la spazzatura si ci preoccupa della destinazione finale ” .

»

Leggi anche

Travolta e uccisa da betoniera, interviene medico legale: è il suo fidanzato

Tragedia nella tragedia a Bolzano dove giovedì una betoniera ha travolto e ucciso un’insegnante 34enne,  mentre era in sella al

Maltempo, frana a Ischia: 12 dispersi, trovato 1 cadavere

Ischia. Il maltempo si abbatte su Ischia. Paura a Casamicciola Terme, dove una frana ha investito diverse auto in sosta, trascinandole

Allerta meteo: prorogata fino a domani pomeriggio

Campania. La Protezione Civile della Regione Campania ha prorogato l’avviso di allerta meteo attualmente in vigore fino alle 18 d

Webp.net-gifmaker