Turismo a Felitto, opposizione: “Incentrato solo su parcheggi Remolino, ecco nostre proposte” Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada

"Sviluppo possibile se realizzassero le proposte da noi presentate, senza simbolo di partito, perché di tutti"

Felitto.L’intera programmazione turistica per l’estate in corso è incentrata sui parcheggi auto nella località Remolino. Quello è l’unico punto di interesse, l’unica capacità di espressione di un’azione amministrativa“. A dichiararlo sono i consiglieri del gruppo Uniti per Felitto – Le radici di domani: Maurizio Caronna, Michela Bertone, Pierluigi Morena. 

“Negli ultimi giorni – si legge in una nota stampa – siamo venuti a conoscenza di due notizie riguardanti iniziative assunte dall’amministrazione comunale di Felitto sul turismo. Qualcuno distratto non potrebbe che apprezzare l’indirizzo alla programmazione dell’area di Remolino, principale attrattore locale, come pure l’adesione del Comune al progetto Barcamp sul turismo esperienziale. I più avveduti, invece, sono chiamati a riflettere, almeno su due questioni.

La prima: l’intera programmazione turistica per l’estate in corso è incentrata sui parcheggi auto nella località Remolino, è quello l’unico punto di interesse, l’unica capacità di espressione di un’azione amministrativa. Non esiste il centro storico, naturale punto di attrazione per ogni visitatore accorto, non esiste pianificazione di eventi culturali, e, a ben vedere, le stesse Gole del Calore sono lasciate all’improvvisazione se non all’abbandono. I sentieri poco curati, molte recinzioni divelte, da qualche giorno il buio assoluto sin dalle ore serali, cartelli in legno privi delle tabelle informative (pessimo segnale!), più in generale assenza di qualsiasi visione. Tuttavia, abbiamo visto ‘programmare’ il parcheggio auto e con questo abbiamo assicurato alla comunità un solido futuro. Non è così, ed è evidente a tutti che procedendo in tal modo la strada da percorrere è ridotta e impervia. Chiunque potrà agevolmente obiettare: la voce delle minoranze politiche è sempre critica, è solo un gioco tra le parti, un gioco peraltro noioso e sterile. Siamo invece convinti del contrario, la formazione “Uniti per Felitto-Le radici di domani”, sin dall’atto di insediamento ha ripetuto, come un mantra, che il dovere di vigilanza, e perché no di critica viva, deve necessariamente conciliarsi con un dovere alto, quello di concorrere al progresso della comunità. Ed è ciò che è stato fatto, presentare alla maggioranza, in modo formale, un’idea di paese, una visione di turismo fondata su proposte semplici, da realizzare con poco (o nulla), senza gravosi impegni di spesa.

Tutto basato su sette punti: 1. Una manutenzione vera dei sentieri per il trekking, con recupero del sentiero storico a mezza collina Rupe-Remolino, 2. Un circuito nel borgo antico con tabelle con richiami storici; 3. Una Commissione di studio per il recupero delle tante case abbandonate nel centro antico; 4. Due semplici tabelle, una nel cuore del paese e l’altra nell’area delle Gole, con indicazione delle attività ricettive, dei ristoranti e dei percorsi enogastronomici e olfattivi; 5. Creazione della rete “Qui si mangia cilentano” tra i ristoratori, con disciplinare comunale e logo e segnaletica da condividere. 6. Adesione al progetto Plastic free; 7. Infine, maggiore decoro urbano con fioriere sui pali della luce lungo la principale via del paese. Poche idee che lanciano un seme di speranza e di rilancio.

Veniamo alla seconda questione, il progetto sul turismo esperienziale: siamo certi che questa forma di turismo, un po’ alla moda, sia nelle corde degli amministratori. E siamo pure convinti che l’avviso pubblico sia di utilità per qualche giovane che abbia voglia di creare impresa e di rimanere nella terra natia. Tra qualche mese sarà nostro compito verificare gli effetti del progetto e la ricaduta sul territorio, tuttavia da subito, e con insistenza, siamo chiamati ad affermare un principio: se si realizzassero le proposte da noi presentate senza simbolo di partito perché di tutti, se la maggioranza, con intelligenza, le facesse proprie, vedremmo i segni tangibili di un cambio di passo necessario che farebbe intravederci uno sviluppo possibile”.

»

Leggi anche

Eboli. Al via, dal 19 al 21 luglio, la VI edizione di “Eboli Città Sveva”

Al via la VI edizione di “Eboli Città Sveva”: il 19-20-21 luglio 2024 la città si tramuterà in un Borgo […]

Al Molo Manfredi installata opera luminosa “I love Salerno”

Salerno.  “I love Salerno”: l’opera artistica luminosa  è stata inaugurata al molo Manfredi. L’inaugurazione

Giffoni film Festival e Asl: tutte le iniziative in campo

Il Dipartimento di Salute Mentale, di concerto con la Direzione strategica della Asl Salerno (ingegnere  Gennaro Sosto, dott. Primo Se

Salerno, piede diabetico: screening gratuito alla Casa di cura Villa del Sole

Nella Casa di Cura Villa del Sole di Salerno una giornata di screening gratuito per la prevenzione piede diabetico.  Il […]