Montecorvino Pugliano, Teresa Di Meo:”Lavoratori non demordete” Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada

Montecorvino Pugliano. “Dobbiamo stringere i denti, ma questa è la strada giusta”. Questo è il monito del presidente del consiglio comunale, Teresa Di Meo, che nonostante l’emergenza Coronovirus, incoraggia i lavoratori e le attività produttive del territorio comunale a non demordere. “Oggi voglio dire grazie a chi tiene sulle spalle l’economia in questi giorni-dichiara-  e voglio dire grazie anche alle attività commerciali, i trasporti, le fabbriche e gli uffici. Oggi che l’Italia sta attendendo i provvedimenti economici per dare un po’ di respiro alle Partite Iva ed ai lavoratori, che non saranno mai equiparabili allo sforzo fatto. In questa domenica inusuale, voglio ringraziare le decine tra imprenditori e amministratori che mi hanno scritto o mi hanno chiamata per spiegarmi le misure prese nelle loro attività, per spiegarmi con orgoglio per quanti dipendenti sono riusciti a predisporre il telelavoro. I supermercati sono attualmente i luoghi più frequentati in tutta Italia. Per chi lavora in cassa, a banco, in sala, in magazzino, ci stiamo battendo perché siano loro garantiti i presidi più importanti, mascherine e guanti. Se tutti i supermercati e i negozi continuano così, avremo tutti i lavoratori, ma di conseguenza anche i clienti perfettamente protetti. Dai che ne usciamo insieme e stiamo già tirando fuori il meglio di noi-sottolinea la giovane presidente del consiglio comunale-e quando tutto sarà finito ricorderemo i vostri sforzi, voi che avete lasciato la sicurezza di stare in casa, che avete continuato senza sosta a lavorare, voi che avete lasciato a casa bimbi e famiglia per affrontare a testa alta questa situazione. Voi che quando tornate a casa ci entrate con l’ansia di non aver fatto nessun passo falso durante il giorno. Gli aiuti non saranno adeguati, non basteranno a coprire il disastro che ha portato con sé questa epidemia, lo sappiamo. Ma conosco gli imprenditori del mio Paese, gente abituata a costruirsi la vita con le proprie forze, che non specula sulle disgrazie. Che in questi giorni ha buttato sangue e sudore per star dietro ad ordinanze ballerine, false notizie e paura. Gente come la mia mamma e il mio papà, che sono il mio esempio più grande. I più lo hanno fatto con l’orgoglio di sapere di star contribuendo a migliorare la vita di un bimbo, di una famiglia, garantendogli quella merendina che sa di normalità in questi giorni folli e fino ad oggi impensabili. Orgogliosa di voi! -conclude Teresa Di Meo-Dobbiamo stringere i denti ma questa è la strada giusta. Avanti lavoratori ed attività produttive“.

»

Leggi anche

Albanella. Incidente in scooter: 43enne operata, è grave trasferita al Cardarelli

Albanella. E’ stato necessario un trasferimento di urgenza  al “Cardarelli” di Napoli  per Sara S. 43enne vittima i

Campagna, finanziati due progetti di innovazione digitale

Campagna. La Presidenza del Consiglio dei Ministri (Dipartimento per la trasformazione digitale) ha finanziato i primi due progetti di

[VIDEO] Altavilla. Emergenza cinghiali: devastata piantagione di mais

Altavilla Silentina. Il territorio comunale da tempo ostaggio di branchi di cinghiali, che raggiungono le coltivazioni lasciando, al lo

Webp.net-gifmaker