Covid Battipaglia, ripresa economica: sindaco istituisce Task force Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada

Battipaglia. Ieri sera si è tenuto un consiglio comunale monotematico, dove il sindaco Cecilia Francese ha proposto l’istituzione di un Task Force per la ripresa della vita economica e sociale della città. Il consiglio che per la prima volta si è svolto in streaming ha visto un’ampia discussione sulle proposte e le misure da attuare in questa seconda fase. Il documento politico proposto dal sindaco è stato votato da 17 consiglieri tra maggioranza e opposizione. Lunedì alle ore 17:30 la prima riunione della task force.

Ecco la proposta della Francese

“Il consiglio comunale, ascoltata l’ampia relazione della Sindaca sulle attività svolte dal Comune di Battipaglia per fronteggiare la fase 1 della emergenza  “ Covid-19”   e sulla progettualità che si sta mettendo in campo per affrontare la fase della ripresa sia economica che della vita sociale cittadina; Ascoltata la discussione  svoltasi in seno al Consiglio Comunale e le proposte aggiuntive  avanzate dai  gruppi consiliari e dai singoli consiglieri; ritenuto che l’insieme delle analisi e delle iniziative proposte rappresentino una notevole base di partenza  per affrontare la fase della “ riapertura”, pur tenendo conto che  a legislazione vigente  il Comune di Battipaglia è tenuto ad uniformarsi alla normativa per i comuni in  condizione di riequilibrio pluriennale, e pur tenendo conto che si è in attesa della pubblicazione del Decreto Legge  con il quale lo Stato stanzierebbe 55 miliardi di euro per fronteggiare gli effetti della crisi da “ corona virus”  ed in cui dovrebbero esserci anche articoli dedicati interamente ai Comuni, primo momento di rapporto fra i cittadini e le istituzione  democratiche chiamati ancora una volta a mettere in campo le prime risposte ai tanti cittadini in difficoltà; considerato che è assolutamente necessario riuscire ad agevolare la ripartenza per le tante realtà produttive della nostra città che hanno subito ripercussioni durissime dai provvedimenti di chiusura assunti a livello Governativo ed a livello Regionale per fronteggiare la diffusione epidemiologica, per cui il Comune di Battipaglia è chiamato a verificare ogni provvedimento teso ad “ alleggerire” il carico fiscale su tali attività, soprattutto su quelle piccole realtà  commerciali, artigianali, sui pubblici esercizi e sulle imprese turistiche , che da sempre rappresentano un settore portante della economia cittadina, nonché della realtà agricola della nostra Piana fatta di tante eccellenze produttive e qualitative che rappresentano da tempo uno dei  motori trainanti della nostra economia specie dopo il collasso della realtà industriale cittadina conseguente alla crisi finanziaria del 2007/2008; ritenuto che oltre alla ripartenza economica occorre determinare una ripresa della vita sociale della città, ripensando necessariamente l’intera organizzazione cittadina in termini di tempi di svolgimento delle attività , di mobilità, di utilizzo degli spazi pubblici, di modalità di funzionamento degli uffici e dei servizi pubblici al fine di rispondere nel modo più completo possibile a quelle misure di sicurezza che la necessaria “ convivenza” con il virus  , fino a quando non si avrà a disposizione un vaccino capace di debellarlo, impongono per garantire la salute pubblica; considerato che occorre mettere insieme una sorta di progettualità complessiva che ripensi la città, in tempi rapidi e pur con le limitazioni normative di cui sopra; ritenuto che, in questa fase  di progettualità alta,  indispensabile e fondamentale diventa il ruolo del Consiglio Comunale  quale massimo organo di confronto delle varie istanze cittadine e di indirizzo politico; convenuto che diventa  vitale per la nostra comunità , per le sue speranze di ripartenza, che le istituzioni locali si muovano in una logica di massima unità e di collaborazione finalizzate a dare risposte certe e in tempi rapidi  alle istanze delle realtà produttive , associative e dei singoli cittadini di Battipaglia. Conviene sulla necessità di darsi dei tempi certi , anche alla luce della legislazione nazionale di prossima pubblicazione, per  definire un pacchetto di proposte che ripensino, come detto in premessa la intera vita economica e sociale della nostra città, demandando al presidente ed ai capigruppo consiliari , in accordo con la sindaca di presentare alla  prossima  seduta consiliare, da tenersi entro una settimana,  un calendario dei lavori  consiliari per il prossimo mese, anche mettendo in conto una sorta di seduta permanente; di istituire una “task force” preposta a verificare le varie ipotesi di lavoro  da sottoporre al consiglio comunale   per fronteggiare la fase della ripartenza , composta dalla sindaca, che la presiede,  dai capigruppo consiliari e dai dirigenti dell’Ente , supportata di volta in volta dagli assessori comunali competenti per materia, che si insedi in seduta permanente presso il Comune di Battipaglia anche in modalità “telematica” finalizzata anche al monitoraggio continuo della situazione economico sociale della nostra città e della ricaduta sulla stessa dei provvedimenti assunti dal consiglio comunale, ed all’ascolto delle categorie produttive cittadine”.

»

Leggi anche

Capaccio, rimosso l’amianto dall’ex tabacchificio

Capaccio Paestum. Rimosso completamente l’amianto che copriva l’ex tabacchificio in località Cafasso. I lavori, commission

Maltempo: colata di fango in agriturismo a Trentinara

Trentinara/Campagna. Il maltempo delle ultime ore ha causato uno smottamento, in località “Difesa”: acqua e fango hanno in

Pnrr, a Cava in arrivo altri 2,5 mln di euro

Cava de’Tirreni. Sono stati ammessi a finanziamento altri due progetti proposti dall’Amministrazione Servalli per la piscin

Webp.net-gifmaker