Serre, in fiamme oasi Persano: rogo di natura dolosa Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada

Serre. L’ennesima area protetta colpita dal fuoco. Sta bruciando l’oasi WWF di Persano, sul fiume Sele. È evidente la mano dolosa dell’incendio che ha volutamente colpire l’oasi: colpi di fucile probabilmente diretti a cinghiali in fuga confermerebbero la tesi. Da quando è stato appiccato l’incendio sono già andati in cenere 15 ettari di canneto e ora sta bruciando anche la fascia del prezioso bosco igrofilo (2 ettari già colpiti). Purtroppo l’opera di spegnimento risulta difficoltosa anche perché i mezzi antincendio sono impegnati su più fronti in Campania. L’oasi WWF di Persano, caratterizzata da un invaso di origine artificiale ormai in fase avanzata di naturalizzazione, è all’interno della Riserva regionale Foce Sele Tanagro e rappresenta una zona umida d’importanza internazionale, oltre che una delle aree più importanti del sistema WWF. La vegetazione è di grande valore: in particolare il bosco igrofilo, uno degli ultimi esempi così conservati in Italia. L’oasi è una fondamentale area di sosta e nidificazione per l’avifauna ed è nota per ospitare uno dei nuclei di lontra più vitali della popolazione italiana. Proprio la lontra è il simbolo dell’Oasi. Lo staff del WWF sta presidiando l’area e sta monitorando la situazione per le prime valutazioni sui danni.

»

Leggi anche

Salerno. Incendio al “Ruggi”, Asl: “Locali di nuovo fruibili”

La Direzione del Ruggi, al fine di favorire la corretta informazione, comunica che intorno alle ore 4.00 di oggi, al […]

Cava. Trovati con oggetti atti allo scasso: denunciati 2 uomini

Nella giornata del 30 novembre, nell’ambito di mirati servizi di prevenzione e repressione di reati, personale del Commissariato

A Sicignano incendio in un’abitazione: tratta in salvo una persona

Sicignano degli Alburni. Incendio in una abitazione. Il fatto è accaduto nelle prime ore di questa mattina  in località Castelluccio

Webp.net-gifmaker