Pisciotta, 2 bambini e 2 donne rischiano di annegare Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada

Pisciotta. Due militari della Capitaneria di Porto, entrambi liberi dal servizio, hanno salvato due bambini con le rispettive mamme che stavano affogando risucchiati dalla corrente. È successo ieri mattina, pochi minuti dopo le 12, sulla spiaggia di “Gozzi Puodi” a Marina di Pisciotta, nel Cilento. E’ accaduto tutto in pochi istanti. Un’onda ha improvvisamente travolto un bambino di 7 anni e una bambina di 4. Le mamme hanno reagito di istinto. Si sono gettate in mare e hanno cercato di raggiungere i propri figli a nuoto ma la corrente le ha trascinate subito al largo. E’ stato il panico. Attirati dalle grida di aiuto provenienti dal mare agitato per il vento di maestrale sono immediatamente intervenuti due militari liberi dal servizio che stavano discutendo in strada, a pochi passi dalla spiaggia.

Il 1° maresciallo Antonio Veneroso e il secondo capo Bruno Fedullo, rispettivamente comandante della motovedetta Cp 862 sul Lago di Garda e vice comandante dell’ufficio locale marittimo di Cecina,  si sono lanciati in acqua e con fatica hanno raggiunto prima i due bambini e poi le due donne. Una volta sul bagnasciuga è scattato l’applauso liberatorio di alcuni turisti che hanno assistito al salvataggio. Per fortuna, grazie all’intervento dei due militari, solo tanto spavento e nessuna grave conseguenza di salute per i quattro malcapitati, tutti residenti a Capua, in provincia di Caserta. “Siamo vivi grazie al loro intervento – hanno raccontato le due donne in lacrime – abbiamo pensato di morire, di non farcela. Poi sono arrivati loro: eroi in carne ed ossa”. “Non siamo eroi, siamo solo due cittadini che hanno fatto il proprio dovere” hanno invece ribadito i due sottufficiali. “E poi siamo uomini di mare – sorride il maresciallo Veneroso – salvare le persone è il nostro lavoro. Quando abbiamo visto i bambini e le due donne in difficoltà ci siamo tuffati subito. E’ stato un gesto spontaneo”. Eppure il rischio è stato alto. “In quel momento non te ne rendi conto, sono gesti istintivi. Salvare vite umane è una sensazione bellissima. Veder sorridere questi bambini ci ha dato una carica enorme”. (fonte Napoli-Repubblica)

»

Leggi anche

Ascea, camion contro un muro: conducente in ospedale

Ascea. Camion contro un muro: ferito il conducente. L’incidente è avvenuto alle prime luci dell’alba, nelle vicinanze dell

Agropoli, condotta sottomarina: progetto candidato a fondi Pnrr

Agropoli. 4.9 milioni di euro: è questa la somma del progetto di adeguamento e prolungamento della condotta sottomarina candidato a [&

Capaccio, 114 libri donati alla biblioteca da Giovanni Garofalo

Capaccio Paestum. Centoquattordici opere librarie donate alla Biblioteca Erica da Giovanni Garofalo. Tra questi vi sono opere librarie,

Webp.net-gifmaker