Cilento, intesa tra Parco e Procura per demolizioni manufatti abusivi Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada

Cilento. Accordo tra il Parco nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni e la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Vallo della Lucania per le acquisizioni e le demolizioni di manufatti abusivi. Il territorio che rientra nel perimetro del Parco è soggetto a fenomeni di speculazione edilizia che arrecano non pochi danni all’ecosistema. L’ente, guidato dal sindaco Tommaso Pellegrino, ha la finalità istituzionale di tutela e salvaguardia dell’integrità ambientale e naturalistica del territorio ricadente nel perimetro dell’area protetta, in particolare mediante l’ordine di ripristino dello stato dei luoghi. Il territorio del circondario di competenza della Procura di Vallo della Lucania è connotato dalla presenza di numerosi vincoli ambientali, paesaggistici e archeologici. Obiettivo comune del Parco e della Procura, tramite la sottoscrizione di questo accorso, è affermare e rafforzare la tutela ambientale, garantendo il pieno rispetto della legalità in particolare nel settore dell’edilizia, in cui non di rado sono presenti fattori speculativi e interessi criminosi e prevenendo l’applicazione delle norme in materia mediante procedure certe e in ossequio alle disposizioni previste dalla legge. La demolizione di un’opera abusiva e il conseguente ripristino dello stato dei luoghi, costituiscono un deterrente efficace per future azioni di violazione alla pianificazione e all’integrità del territorio dell’area protetta. Sia nella fase preliminare all’esecuzione delle demolizioni, che in quella successiva, possono sovrapporsi le procedure avviate dall’Autorità giudiziaria e quella amministrativa, tanto da rendere opportune modalità operative congiunte e concordate. L’accordo chiarisce gli aspetti delle procedure amministrative da seguire in capo ai soggetti firmatari e fissa le linee di finanziamento da cui attingere le risorse economiche necessarie per gli abbattimenti e il ripristino dello stato dei luoghi. Le attività previste dall’accordo hanno come obiettivo la tutela del patrimonio naturalistico del Parco nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni.

»

Leggi anche

Maxi incidente stradale: vittima 46enne di Pollica

È di un morto e otto feriti il bilancio complessivo del maxi incidente stradale avvenuto ieri sera sulla Cilentana, allo […]

Rincari energia e materie prime: parola ai panificatori di Abanella

Albanella. Da lunedì prossimo aumenta il costo del pane a Salerno. In media si pagherà 4 euro al chilo. Intanto […]

Nel Salernitano a rischio chiusura centinaia di panifici

Centinaia di panifici rischiano di abbassare le serrande a causa del caro energia e materie prime. Sono ben 500 le […]

Webp.net-gifmaker