Capaccio. Palestre chiuse, Gaetano Campana:” No chiusura luoghi del benessere” Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada

Capaccio Paestum. “Bisognava promuovere il benessere generale e non farci chiudere“. Questa la posizione del personal trainer, Gaetano Campana, che lavora presso la palestra  Olympian Gym. “Dopo avere speso un sacco di soldi per rispettare le disposizioni iniziali delle linee guida lanciate– sottolinea- ci hanno chiuso, facendoci perdere tutto. Chiudere un’attività non è mai facile“, afferma il personal trainer.  La sospensione decisa dal Governo sarà fino al  prossimo 24 novembre. “La palestra è un luogo sicuro, e siamo i primi a tutelare la salute in questo periodo di emergenza, ed operare nelle regole e preservare i nostri clienti. Una decisione sconfortante – aggiunge Campana –  che non riconosce i nostri valori e la valenza che ha lo sport in questo momento. La palestra era un luogo dove aiutiamo a vivere meglio. Concediamo benessere“. 

Con la riapertura il 25 maggio scorso– precisa Campanastavamo risalendo dal baratro dei mesi scorsi. Oggi ci siamo finiti di nuovo dentro. Spero che le parole del Governo sul ristoro  alle attività sospese diventino realtà. Abbiamo bisogno di un valido sostegno. La migliore soluzione comunque non era quella di chiuderci, ma bensì, di definire un orario di apertura come avvenuto in altri contesti“. Sul futuro c’è incertezza ma i personal trainer dell’Olympian Gym sono ottimisti. “Speriamo di riprendere le attività molto presto– conclude Campanaanche se in giro c’è terrorismo psicologico. Noi non ci abbattiamo. Siamo più forti del Covid. Riapriremo alla grande, ed ancora una volta promuoveremo lo sport come salute e prevenzione“.

»

Leggi anche

Eboli, scontro furgone-moto: in ospedale 27enne di Albanella

Eboli. Incidente stradale lungo la Sp30: a scontrarsi sono stati una motocicletta e un furgone. Il centauro ha avuto la […]

Tre medici per guardia medica Camerota: “Primi in Regione”

Camerota. «Siamo veramente orgogliosi del nostro progetto pilota. Al nostro insediamento la guardia medica aveva gran parte dei turni

Camerota/Centola: accampamenti abusivi, rimosse 50 tende

Camerota/Centola. Blitz congiunto guidato dei carabinieri della stazione di Camerota e di Centola, dalla guardia costiera dell’uffici

Webp.net-gifmaker