Capaccio, elezioni politiche: spuntano Liguori e il “Partito con la capra” Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada

Capaccio Paestum. Un nuovo candidato alla carica di sindaco nel panorama politico capaccese: si chiama Mario Liguori e la lista a cui fa riferimento è “Partito con la capra”. Il manifesto, ovviamente ironico, fa bella mostra di sé  a Capaccio Paestum, tra le contrade di Torre e Licinella. Uno scherzo goliardico, uno sfottò nei confronti dell’ipotetico candidato, Mario Liguori, piastrellista originario di Giungano ma residente a Torre, dove è sposato. Alle ultime elezioni comunali ha sostenuto con convinzione l’ex sindaco Palumbo, tanto che sua figlia si è candidata in una delle liste a suo sostegno. “Il papà era allevatore di capre – spiega un residente – e da lì probabilmente viene il nome del finto partito. Di certo, sul manifesto elettorale sta molto meglio lui che qualcuno di questi nuovi candidati a sindaco”.

»

Leggi anche

Albanella. Sanzione scarichi depuratore: 17 anni e vertenza ancora in atto

Albanella. Sanzione al Comune per aver superato i limiti degli scarichi provenienti dagli impianti di depurazione comunale: la Cassazio

S.Arsenio, coppia priva di sensi: a dare l’allarme è il figlio negli USA

Sant’Arsenio. Non riesce a contattare i genitori dagli Stati Uniti: ha allertato polizia locale e vigili del fuoco, che hanno [&h

Castel S.Lorenzo, percorso anti Covid al Museo civiltà contadina

Castel San Lorenzo. Messa in sicurezza dei luoghi e protezione dal Covid: il Comune, retto dal sindaco Giuseppe Scorza, ottiene un [&h