Capaccio, “Dischetti e rifiuti causa del trend negativo estate 2018” Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada

Capaccio Paestum. “Dischetti e crisi dei rifiuti: questi i motivi del calo di presenze sul territorio nel corso dell’estate 2018. Il piano parcheggi non c’entra nulla, ma è solo una scusa per voler deturpare la pineta”. A dichiararlo è Maurizio Paolillo, operatore balneare ed ex consigliere comunale di Capaccio Paestum. La posizione di Paolillo è differente da quella di Mauro Gnazzo, presidente dell’associazione “Vivere il mare”, che ha individuato nella nuova regolamentazione dei posteggi e nella congestione della viabilità i problemi principali alla base della diminuzione di presenze. “Il calo è stato generale, anche a livello nazionale. Ne ha risentito non solo Capaccio Paestum, ma tutta la costa cilentana. Nella nostra città le presenze sono diminuite anche nelle zone ben servite dai parcheggi. Credo invece che bisognerebbe puntare di nuovo sull’ambiente. E’ stato questo il volano che ci ha fatto crescere esponenzialmente negli anni passati, ma purtroppo l’episodio dei dischetti e la crisi dei rifiuti hanno di fatto azzerato il trend. Non servono opere pubbliche, ma solo rispetto per la natura e il decoro. I turisti, negli ultimi anni, cercano questo e nient’altro”.

»

Leggi anche

Albanella. Sanzione scarichi depuratore: 17 anni e vertenza ancora in atto

Albanella. Sanzione al Comune per aver superato i limiti degli scarichi provenienti dagli impianti di depurazione comunale: la Cassazio

S.Arsenio, coppia priva di sensi: a dare l’allarme è il figlio negli USA

Sant’Arsenio. Non riesce a contattare i genitori dagli Stati Uniti: ha allertato polizia locale e vigili del fuoco, che hanno [&h

Castel S.Lorenzo, percorso anti Covid al Museo civiltà contadina

Castel San Lorenzo. Messa in sicurezza dei luoghi e protezione dal Covid: il Comune, retto dal sindaco Giuseppe Scorza, ottiene un [&h