Aquara, ditta chiede pagamento servizi. Comune: “Nessun atto che li dimostra” Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada

Aquara. Ditta chiede il pagamento di 5.000 euro per servizi resi, ma al Comune non risulta traccia degli stessi: il caso finisce davanti al giudice di pace. L’azienda, tramite ricorso per ingiunzione di pagamento, ha chiesto all’ente comunale il pagamento a titolo di compensi per prestazioni di noleggio e montaggio dell’impianto audio e luci per alcune manifestazioni comunali estive. “La richiesta di pagamento – si legge nella documentazione dell’ente retto dal sindaco Antonio Marinofa riferimento a prestazioni per le quali non vi è riscontro in atti o documenti del Comune, dall’incarico all’impegno di spesa, e a un accordo transattivo mai approvato in giunta comunale. Sulla base di tali circostanze, la richiesta di pagamento all’ente è da ritenersi ingiustificata e priva di fondamento”. Il Comune di Aquara ha pertanto proposto l’opposizione all’ingiunzione di pagamento, autorizzando il sindaco a resistere in giudizio per la tutela dei diritti, delle ragioni e degli interessi del Comune, e individuando il proprio legale di fiducia nella persona di Giuseppe Beatrice. 

»

Leggi anche

Albanella. Incidente in scooter: 43enne operata, è grave trasferita al Cardarelli

Albanella. E’ stato necessario un trasferimento di urgenza  al “Cardarelli” di Napoli  per Sara S. 43enne vittima i

Campagna, finanziati due progetti di innovazione digitale

Campagna. La Presidenza del Consiglio dei Ministri (Dipartimento per la trasformazione digitale) ha finanziato i primi due progetti di

[VIDEO] Altavilla. Emergenza cinghiali: devastata piantagione di mais

Altavilla Silentina. Il territorio comunale da tempo ostaggio di branchi di cinghiali, che raggiungono le coltivazioni lasciando, al lo

Webp.net-gifmaker