[VIDEO] Albanella, inaugurato centro polifunzionale a S.Sofia Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada

Albanella. Si è tenuta nella serata di ieri l’inaugurazione del museo hangar in località Santa Sofia. Le opere di costruzione della struttura, il cui progetto iniziale denominato “Magna Graecia” risale a circa 13 anni fa, si sono concluse già da qualche mese e ieri, in occasione delle celebrazioni del 25 aprile, il centro polifunzionale è stato reso accessibile ai cittadini in attesa di ulteriori opere che rendano la struttura maggiormente integrata nel paesaggio circostante.

Il progetto iniziale venne finanziato con 1.300.000 euro, che dovevano servire per la realizzazione di un tempio e un teatro in stile greco in calcestruzzo cementizio armato. Venne poi bloccato e sostituito con una nuova idea di riqualificazione urbana, che prevedeva anche il recupero del centro storico: al posto del tempio venne definita la costruzione del museo, concepito come una struttura dal design moderno incastonata nell’ambiente naturale dell’area collinare di Santa Sofia. I lavori vennero appaltati nel 2010, ma dopo circa un anno si fermarono per la mancanza di fondi.

La struttura, negli anni fortemente criticata, occupa il posto di un antico casale dell’800, il cui abbattimento ha scatenato non poche polemiche. L’edificio si trova all’interno della villa comunale, chiusa ormai da decenni, e sovrasta l’impianto sportivo e il santuario di Santa Sofia. Per consentirne il completamento, l’amministrazione comunale, capeggiata dal sindaco Renato Josca, ha recuperato fondi europei per un totale di circa 400.000 euro. “Le amministrazioni comunali – ha dichiarato il primo cittadino di Albanella nel discorso inaugurale – hanno il dovere di non gettare alle ortiche quanto fatto in precedenza da altre amministrazioni. Abbiamo recuperato e riqualificato questa struttura, che purtroppo sorge al posto di un antico casale che avrebbe dovuto ospitare un museo multimediale. Oggi la consegniamo ai cittadini, con l’obiettivo di migliorarla affinché sia maggiormente inserita nel paesaggio circostante e di riqualificare anche l’area esterna creando un giardino attrezzato”.

All’interno del museo saranno ospitate mostre estemporanee e saranno esposti alcuni reperti archeologici rinvenuti sul territorio di Albanella, in un progetto più ampio che consentirebbe l’inserimento del territorio come tappa all’interno di percorsi turistici legati a Paestum e all’area dei templi. L’infrastruttura punta ad essere un punto di ritrovo per la comunità, con i suoi 500 metri quadri di spazio su entrambi i piani. La rampa esterna è invece una sorta di passeggiata panoramica, attrezzata anche per ospitare mostre all’aperto, che partendo dal giardino esterno attraversa l’interno e fuoriesce sul tetto scoperto. Questo è costituito da un’area panoramica in pendenza, una sorta di terrazza adatta ad ospitare manifestazioni di qualunque genere, soprattutto in estate. Il piano inferiore è invece pensato come un enorme spazio, un “contenitore di stimoli” per eventi legati all’arte, alla cultura e al turismo. Al primo piano, a cui è possibile accedere tramite scale o ascensore, ci sono invece delle stanze più piccole, i servizi igienici e un deposito per le opere d’arte che dovranno essere esposte.

»

Leggi anche

Travolta e uccisa da betoniera, interviene medico legale: è il suo fidanzato

Tragedia nella tragedia a Bolzano dove giovedì una betoniera ha travolto e ucciso un’insegnante 34enne,  mentre era in sella al

Maltempo, frana a Ischia: 12 dispersi, trovato 1 cadavere

Ischia. Il maltempo si abbatte su Ischia. Paura a Casamicciola Terme, dove una frana ha investito diverse auto in sosta, trascinandole

Allerta meteo: prorogata fino a domani pomeriggio

Campania. La Protezione Civile della Regione Campania ha prorogato l’avviso di allerta meteo attualmente in vigore fino alle 18 d

Webp.net-gifmaker