Agropoli.Utilizzo aula consiliare: divieti, tariffe, orari e modalità Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada

Agropoli. Utilizzo dell’aula consiliare: Comune redige un nuovo regolamento che stabilisce orari, modalità, divieti e tariffe. Il disciplinare regolamenta l’uso  sia per  lo svolgimento delle attività dell’amministrazione sia per le richieste di concessione soggetti diversi. La sala consiliare è riservata principalmente alle sedute del consiglio comunale e delle sue articolazioni; riunioni organizzate dall’amministrazione, conferenze di servizi, attività di carattere istituzionale; manifestazioni, iniziative, convegni, congressi e conferenze organizzate o patrocinate dal Comune.  Piò essere utilizzate anche da enti pubblici, associazioni, comitati, fondazioni, società, ordini professionali, enti privati con e senza personalità giuridica e persone fisiche. I temi delle  manifestazioni devono essere di rilevante spessore, di interesse generale con finalità sociale, culturale, scientifico, sportivo e promozione territoriale. Le richieste vanno inoltrate al presidente  del consiglio comunale, con un anticipo non inferiore a 15 giorni consecutivi rispetto alla data dell’utilizzo e saranno autorizzate in ordine  cronologico, con il  pagamento anticipato della tariffa, se dovuta. In aula e nei corridoi è  vietato fumare e il consumo di bevande o alimenti. Il richiedente è ritenuto responsabile  di ogni danno alle persone o ai beni di proprietà comunale. Nel caso di intrattenimento o spettacolo, il richiedente dovrà munirsi delle autorizzazioni previste, con  riferimento alle disposizioni del Tulps e della Siae. Il personale comunale provvederà all’apertura e chiusura dell’aula consiliare, con l’obbligo di verificare eventuali danni. L’utilizzo potrà essere concesso anche per manifestazioni di carattere politico.

LE TARIFFE 

Per la fascia A (istituti scolastici,  associazioni cittadine politiche, sindacali, sociali, culturali, sportive, caritative, religiose) negli orari  dalle 9 alle 13,  dalle  14 alle 20,  dalle 9 alle 20 l’utilizzo dell’aula consiliare è gratuito, ed è prevista una cauzione di 100 euro. Per la fascia B (società commerciali e persone fisiche con fini di lucro) dalle 9 alle 13 la tariffa è di 200 euro, dalle 14 alle 20, di 250 euro, dalle 9 alle 20, di 400 euro e va versata una cauzione di 500 euro.  In caso di concomitanza di data con una riunione del consiglio comunale, questa ha priorità assoluta  anche a fronte di autorizzazioni già concessa, e senza alcuna penale a carico dell’amministrazione. Dovrà essere garantito il pari utilizzo della sala alle forze politiche, specie in relazione alle scadenze elettorali. In tali occasioni si seguirà la stessa procedura prevista per i comizi elettorali.

»

Leggi anche

Salerno. Incendio al “Ruggi”, Asl: “Locali di nuovo fruibili”

La Direzione del Ruggi, al fine di favorire la corretta informazione, comunica che intorno alle ore 4.00 di oggi, al […]

Cava. Trovati con oggetti atti allo scasso: denunciati 2 uomini

Nella giornata del 30 novembre, nell’ambito di mirati servizi di prevenzione e repressione di reati, personale del Commissariato

A Sicignano incendio in un’abitazione: tratta in salvo una persona

Sicignano degli Alburni. Incendio in una abitazione. Il fatto è accaduto nelle prime ore di questa mattina  in località Castelluccio

Webp.net-gifmaker