PdZ S2 Cava de’ Tirreni, tirocini di inclusione: al via domande Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada

Cava de’ Tirreni. Con l’avvio dell’azione C, Tirocini finalizzati all’inclusione sociale, il progetto “I.T.I.A. Intese Territoriali di Inclusione Attiva”, intitolato “Key of change”, finanziato al Piano di Zona S2 dalla Regione Campania, per complessivi 963.421 euro, intraprende i tirocini di inclusione sociale. L’azione C è affidata al partner Onmic, un’associazione di promozione sociale e agenzia formativa accreditata presso la Regione Campania. Le attività sono rivolte ad 11 destinatari. Finalità dei “Tirocini di Inclusione sociale” è quella di favorire l’integrazione nel tessuto sociale attraverso il finanziamento di attività di orientamento, formazione e inserimento/reinserimento socio-lavorativo finalizzate anche all’autonomia ed alla riabilitazione di persone prese in carico dai servizi sociali professionali e/o dai servizi sanitari competenti.  I destinatari dei tirocini di inclusione sono residenti in uno dei comuni dell’ambito territoriale S2: Cava de’ Tirreni, Amalfi, Atrani, Cetara, Conca dei Marini, Furore, Maiori, Minori, Positano, Praiano, Ravello, Scala, Tramonti, Vietri Sul Mare.

Caratteristiche dei destinatari e requisiti di accesso 
– Essere in carico ai Servizi Sociali o Sanitari del territorio;
– Fruitori del REI/RdC;
– di avere un’età compresa tra i 16 e i 29 anni.
I soggetti che si trovino in una delle seguenti condizioni di svantaggio definite dal DM 17 ottobre 2017:
– di non avere un impiego regolarmente retribuito da almeno 6 mesi /12 mesi /24 mesi;
– di non possedere un diploma di scuola media superiore o professionale (livello ISCED 3) o aver completato la formazione a tempo pieno da non più di due anni e con vere ancora ottenuto il primo impiego regolarmente retribuito;
– di aver superato i 50 anni di età;
– di essere un adulto che vive solo o con una o più persone a carico;
– di essere occupato in professioni o settori caratterizzati da un tasso di disparità uomo;
– donna che supera almeno del 25% la disparità media uomo-donna in tutti i settori economici se il lavoratore interessato appartiene al genere sotto rappresentato;
– di appartenere a una minoranza etnica di uno Stato membro UE e avere la necessità di migliorare la propria formazione linguistica e professionale o la propria esperienza lavorativa per aumentare le prospettive di accesso ad un’occupazione stabile;
– Persone con disabilità (ai sensi dell’art. 1, comma 1 della legge 68/1999).
I requisiti descritti devono essere posseduti alla data di pubblicazione dell’avviso.
Il tirocinio di inclusione avrà una durata massima di 24 mesi e si svolgerà presso la sede dell’azienda ospitante.
Sarà considerato requisito preferenziale il possesso di un’età inferiore ai 25 anni compiuti al momento dell’attivazione del tirocinio. Qualora i destinatari siano minori, gli stessi dovranno aver compiuto 16 anni e assolto l’obbligo d’istruzione.  A tutti i partecipanti è riconosciuta un’indennità pari a 500 euro al mese.

Presentazione domande

Le domande, da redigere secondo le modalità previste dall’avviso, devono essere presentate entro il 29 luglio prossimo. Tutte le informazioni sugli avvisi, riguardanti anche le azioni A) percorsi di empowerment e azione C) tirocini finalizzati all’inclusione sociale, sono disponibili sul sito www.pianodizonas2.it oppure sul sito dedicato https://itia.pianodizonas2.it/, oppure consultando le pagine social https://www.facebook.com/PdZCavaCostiera/ e https://www.facebook.com/itiasa2/.

»

Leggi anche

“Albanella e le sue ricchezze”: la suggestiva mostra di Vincenzo Vairo

“Albanella e le sue ricchezze”: è questo il titolo della mostra fotografica,  che sarà possibile ammirare in occasione d

Albanella. Quercia finisce su cavi elettrici: intervengono vigli del fuoco

Albanella. Una grossa quercia finisce sui cavi elettrici e quelli della linea telefonica: intervento di urgenza dei vigili del fuoco [&

Ad Albanella escalation di furti: abitazioni prese di mira

Torna l’incubo furti sul territorio comunale di Albanella. La notte passata infatti, è stata all’insegna delle razzie port

Webp.net-gifmaker