Montecorvino Pugliano, comune cardio-protetto: installati 3 defibrillatori Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada

Montecorvino Pugliano. Si sono concluse ieri, domenica 22 dicembre, le operazioni di installazioni di tre postazioni munite di defibrillatori in zone strategiche di Montecorvino Pugliano. Le aree in cui sono stati predisposti gli impianti semi automatici sono: lo stadio comunale “Danilo Delle Donne”, alle spalle di Palazzo di Città, nel capoluogo di Pugliano; la seconda postazione è stata montata presso il centro sportivo “Pala Siani”, nella frazione di Bivio Pratole; il terzo ed ultimo dispositivo è stato installato nella palestra dell’istituto scolastico di Bivio Pratole. L’investimento sostenuto dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Alessandro Chiola, ammonta a circa 1,500 euro. “Questo è solo un primo step una più ampia rete che andremo a costituire su tutto il territorio comunale. Nei prossimi mesi il Comune inviterà tutte le associazioni che vorranno usufruire di questi luoghi, a frequentare appositi corsi per il corretto utilizzo di questi importantissimi strumenti di prevenzione” – sottolinea il consigliere delegato sport Rosario Castelluccio. Questa la dichiarazione del primo cittadino, Chiola:”Si tratta di un sistema di fondamentale importanza e semplice da utilizzare. È nostro dovere salvaguardare la vita dei cittadini e degli ospiti che frequentano le nostre strutture. Nei prossimi mesi puntiamo ad ampliare la rete salvavita”.

 

»

Leggi anche

Albanella. Incidente in scooter: 43enne operata, è grave trasferita al Cardarelli

Albanella. E’ stato necessario un trasferimento di urgenza  al “Cardarelli” di Napoli  per Sara S. 43enne vittima i

Campagna, finanziati due progetti di innovazione digitale

Campagna. La Presidenza del Consiglio dei Ministri (Dipartimento per la trasformazione digitale) ha finanziato i primi due progetti di

[VIDEO] Altavilla. Emergenza cinghiali: devastata piantagione di mais

Altavilla Silentina. Il territorio comunale da tempo ostaggio di branchi di cinghiali, che raggiungono le coltivazioni lasciando, al lo

Webp.net-gifmaker