Giulio Landi eletto baby sindaco di Giffoni Sei Casali Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada

Giffoni Sei Casali. Presso l’istituto scolastico al Casale Capitignano di Giffoni Sei Casali, l’alunno Giulio Landi è risultato il più votato tra i candidati alla carica di baby sindaco. A consegnargli la fascia tricolore, nel corso di una breve cerimonia, il sindaco Francesco Munno.

Giulio ha 14 anni, è stato eletto con 55 voti, frequenta la terza media e l’anno prossimo frequenterà il Liceo Scientifico “Francesco Severi” ad indirizzo sportivo. Ha la passione per i videogiochi e da grande sogna di diventare fisioterapista. “È stata una emozione forte – afferma il neo baby sindaco – temevo il mio avversario, pensavo di non farcela, poi i miei amici hanno creduto in me e nel mio programma. Dedico questa vittoria a mia madre Monica”.

Mi complimento con Giulio per il risultato ottenuto e con tutti i candidati – commenta il primo cittadino Francesco Munno, che sottolinea – Sono certo che Giulio saprà ascoltare le istanze dei suoi coetanei. Il mio ufficio è sempre aperto soprattutto per confrontarmi con i giovani che hanno voglia di crescere e migliorare per il progresso del nostro territorio. Ringrazio il dirigente Rafaela Luciano, gli insegnanti e tutto il personale scolastico per aver promosso ancora una volta questa iniziativa che favorisce  la crescita socio-culturale delle nuove generazioni, nella consapevolezza dei diritti e dei doveri e dell’importanza di mettersi a disposizione della collettività“.

»

Leggi anche

Eboli, scontro furgone-moto: in ospedale 27enne di Albanella

Eboli. Incidente stradale lungo la Sp30: a scontrarsi sono stati una motocicletta e un furgone. Il centauro ha avuto la […]

Tre medici per guardia medica Camerota: “Primi in Regione”

Camerota. «Siamo veramente orgogliosi del nostro progetto pilota. Al nostro insediamento la guardia medica aveva gran parte dei turni

Camerota/Centola: accampamenti abusivi, rimosse 50 tende

Camerota/Centola. Blitz congiunto guidato dei carabinieri della stazione di Camerota e di Centola, dalla guardia costiera dell’uffici

Webp.net-gifmaker