Campagna. Morì folgorato: assolti genitori 15enne Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada

Campagna. Si chiude con un’assoluzione per i suoi genitori, un vicino di casa e un tecnico, la drammatica vicenda che ha visto coinvolto un quindicenne morto folgorato a seguito di un corto circuito, come scrive nell’edizione odierna il quotidiano La Città. 

Era la sera del 19 agosto del 2014 quando il ragazzo fu colpito da una scarica elettrica. Sotto accusa, all’epoca dei fatti, finì l’impianto elettrico per il funzionamento del motore del cancello automatico. A processo finirono i genitori del quindicenne, una giovane promessa del calcio locale, il vicino di casa e il tecnico che eseguì il lavoro. Il Tribunale di Salerno, Terza sezione penale, ha assolto tutti gli imputati dall’accusa di omicidio colposo per negligenza e imperizia nell’esecuzione e controllo dell’impianto elettrico. Per il Tribunale il fatto non sussiste. Nel corso del processo sentendo testi e periti si è giunti alla conclusione che gli imputati non hanno colpa nel corto circuito che causò la scarica elettrica.

»

Leggi anche

Campagna, finanziati due progetti di innovazione digitale

Campagna. La Presidenza del Consiglio dei Ministri (Dipartimento per la trasformazione digitale) ha finanziato i primi due progetti di

[VIDEO] Altavilla. Emergenza cinghiali: devastata piantagione di mais

Altavilla Silentina. Il territorio comunale da tempo ostaggio di branchi di cinghiali, che raggiungono le coltivazioni lasciando, al lo

Albanella. Incidente in scooter : madre e figlia in ospedale

Albanella. Brutto incidente lungo la strada che da Bosco conduce alla contrada di San Nicola. E’ accaduto poco prima delle [&hell

Webp.net-gifmaker