Salerno, intensificati i controlli: rimpatriati 5 cittadini irregolari Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada

Uno di loro ha tentato di ottenere il permesso di soggiorno con un matrimonio finto, un'altro colpito da 10 provvedimenti di espulsione

Negli ultimi giorni la Polizia di Stato ha controllato e rimpatriato numerosi cittadini irregolari sul territorio salernitano. Molteplici i casi di illeciti riscontrati dagli operatori dell’Ufficio Immigrazione della Questura di Salerno, in particolare:

Un cittadino turco, C. S. di 41 anni, ha provato ad ottenere il permesso di soggiorno per matrimonio con una cittadina salernitana, ma quando gli agenti si sono recati a casa per la verifica di effettiva convivenza, non hanno trovato né lui né i suoi effetti personali e la “presunta moglie” non aveva alcuna sua notizia. Il cittadino per questo è stato colpito da decreto di espulsione e, attraverso la procedura del rimpatrio volontario, si è imbarcato sul volo in partenza da Napoli e diretto ad Istanbul.

Stessa sorte è toccata ad un cittadino marocchino, A. S. di 27 anni, resosi responsabile del delitto di violenza sessuale e di altri reati di criminalità urbana. Dopo l’espulsione è stato imbarcato sul volo diretto in Marocco, in partenza da Roma Fiumicino per Casablanca.

Altra procedura di rimpatrio volontario è stata applicata ad una cittadina moldava, I. L. di 32 anni, che, vistasi colpita dal decreto di espulsione, ha aderito alla possibilità di lasciare volontariamente l’Italia ed è tornata a Chisinau con un volo diretto da Roma.

E’ proprio di ieri invece la partenza del cittadino marocchino detenuto J. R. di 45 anni. L’uomo è stato colpito da un numero record di espulsioni: in oltre 14 anni di permanenza irregolare nel nostro Paese è riuscito ad essere destinatario di dieci provvedimenti di allontanamento. Numerosi i suoi precedenti penali: aggressioni e risse armato con un crick, spaccio di stupefacenti, violenza e resistenza contro pubblici ufficiali. Detenuto presso il Carcere di Salerno, il giudice ha permesso la sostituzione alla detenzione in carcere con l’accompagnamento alla frontiera e l’imbarco con un lasciapassare ottenuto grazie alla fattiva e cordiale collaborazione del Console del Marocco.

L’ultimo rimpatrio riguarda un irregolare del Ghana di 30 anni. Grazie alla collaborazione quotidiana con l’Agenzia europea OIM, che si occupa proprio del problema della migrazione, è stato possibile acquistare il biglietto aereo (usando i fondi europei previsti a tale scopo) e organizzare il rientro in Ghana alle ore 23.00 di ieri sera, proprio nella capitale Accra. Anche in questo caso è stato necessario collaborare con l’Ambasciata di quel Paese perché lo straniero non aveva un valido documento di viaggio. Grazie alla collaborazione tra l’Ufficio Immigrazione di Salerno e l’Ambasciata del Ghana è stato possibile ottenere un lascia passare ed organizzare il rientro nel Paese di origine.

»

Leggi anche

Eboli. Al via, dal 19 al 21 luglio, la VI edizione di “Eboli Città Sveva”

Al via la VI edizione di “Eboli Città Sveva”: il 19-20-21 luglio 2024 la città si tramuterà in un Borgo […]

Al Molo Manfredi installata opera luminosa “I love Salerno”

Salerno.  “I love Salerno”: l’opera artistica luminosa  è stata inaugurata al molo Manfredi. L’inaugurazione

Giffoni film Festival e Asl: tutte le iniziative in campo

Il Dipartimento di Salute Mentale, di concerto con la Direzione strategica della Asl Salerno (ingegnere  Gennaro Sosto, dott. Primo Se

Salerno, piede diabetico: screening gratuito alla Casa di cura Villa del Sole

Nella Casa di Cura Villa del Sole di Salerno una giornata di screening gratuito per la prevenzione piede diabetico.  Il […]