Salerno, aggredì coetaneo con tirapugni: individuato minorenne Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada

Salerno. Nella mattinata odierna, su disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni, la Sezione radiomobile del Comando compagnia carabinieri di Salerno, ha dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare a carico di un minorenne, gravemente indiziato di lesioni gravi ai danni di un coetaneo.

I fatti si sono verificati la sera del 31 ottobre a Salerno, nei luoghi della movida cittadina. In particolare, dalle indagini emergeva, a livello di gravità indiziaria, che nella notte del 31 la vittima, essendosi accorta che era sorta una discussione per futili motivi tra un suo amico ed un giovane sconosciuto, interveniva per sedare gli animi. Malgrado le sue pacifiche intenzioni, lo sconosciuto, poi identificato nell’odierno arrestato, lo colpiva repentinamente più volte al volto cagionandogli la frattura del naso e ferite lacero-contuse al viso e al corpo utilizzando un tira pugni.

A seguito dei colpi ricevuti la vittima riportava, come accertato con consulenza tecnica del Pubblico Ministero lesioni gravi con indebolimento della funzione respiratoria. Le tempestive indagini dei carabinieri del Nucleo radiomobile di Salerno, svolte con grande professionalità e solerzia consentivano di acquisire gravi indizi di colpevolezza nei confronti del minore oggi raggiunto da ordinanza cautelare e di ricostruire la dinamica dei fatti attraverso una serie di convergenti testimonianze, anche in ordine al comportamento tenuto dal minore dopo i fatti. 

Si tratta dell’ennesimo episodio di gratuita ed insensata violenza giovanile, che dimostra ancora una volta la sempre più crescente pervasività della cultura della sopraffazione, che tristemente caratterizza gli ambienti giovanili di questa provincia. Non può non essere sottolineato, a conferma di quanto detto, come stia diventando sempre più diffusa tra i giovani l’abitudine di portare con sé strumenti atti ad offendere: detenere un tirapugni e un coltello è come avere con sé le chiavi di casa o il cellulare. E questo soprattutto nelle uscite serali vissute in modo sempre più preoccupante non come occasione di svago e socializzazione, ma situazioni nelle quali cercare motivi futili per dare sfogo alla violenza.

 

 

»

Leggi anche

Nel Salernitano a rischio chiusura centinaia di panifici

Centinaia di panifici rischiano di abbassare le serrande a causa del caro energia e materie prime. Sono ben 500 le […]

Sulle spiagge di Paestum è l’ora del kitesurf

Capaccio Paestum. Kitler alla riscossa sulle spiagge pestane. Il vento delle ultime ore ha consentito agli appassionati di kitesurf, lo

Ottati, al via corso di danza per bambini

Ottati. A.C. Tersicore in collaborazione col Comune di Ottati apre il corso di danza presso la palestra comunale per tutti […]

Webp.net-gifmaker