A Salerno torneo di calcio a 5 per solidarietà Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada

calcio

Salerno. Si svolgerà il 28 e 29 giugno il Torneo Educare Insieme – Calcio a 5 della Solidarietà presso l’oratorio della parrocchia Santa Maria ad Martyres di Torrione. L’iniziativa, voluta dalla Onmic, tende alla integrazione attraverso la socializzazione. Non a caso il motto scelto per questa manifestazione è ‘Lo sport che unisce’. Alle ore 18 del 28 giugno a dare il calcio di inizio sarà padre Francesco alla presenza del sindaco del Comune di Salerno Vincenzo Napoli, dell’On. Piero De Luca, dei consiglieri comunali Tea Siano e Giuseppe D’Andrea.

Il progetto è realizzato con il contributo del Dipartimento per le Politiche della Famiglia – Avviso pubblico ‘Educare insieme’, progetto ‘Pari inter pares: dignità sociale e uguaglianza’ della Presidenza del Consiglio dei Ministri. L’iniziativa è patrocinata da Comune di Salerno e dal Centro Sportivo Italiano – CSI. Sono partner progettuali: Centro Studi per il Mezzogiorno, Istituto Istruzione Superiore I.I.S Galileo di Salerno, Istitito Comprensivo San Cipriano Picentino, Parrocchia San Giorgio e Nicola di Postiglione, Caritas Diocesana di Teggiano Policastro, Parrocchia Santa Maria Ad Martyres.

Le iscrizioni sono gratuite e sarà possibile registrarsi al CSI fino al 23 giugno. Attività ONMIC – È rivolta al recupero sociale, alla difesa della dignità di quanti vivono il disagio fisico e morale, quali portatori di diritti irrinunciabili garantiti dalla Costituzione, dagli accordi e dalle norme internazionali.

Destinatari dei servizi ONMIC sono persone con disabilità; con disagio psichico; invalidi civili; anziani; bambini; adolescenti; giovani neet; immigrati; minori stranieri non accompagnati; donne vittime di violenza; minori in stato di messa alla prova; persone in stato alternativo alla detenzione (U.E.P.E.); indigenti; vittime di reati di criminalità di attività estensiva/usuraia.

»

Leggi anche

Salerno. 89enne operata al “Ruggi” per una neoplasia all’utero

È stata dimessa il 2 luglio scorso, dall’ ospedale Ruggi d’Aragona di Salerno, Anna Caputo, una donna di 89 anni, [&hellip

Castellabate. 3 colonie feline riconosciute: tutelati 60 gatti

Castellabate. Grazie ad una apposita delibera di Giunta le colonie feline presenti sull’intero territorio sono state riconosciute, re

Battipaglia. Oggi inaugurazione spazio di ascolto presso compagnia carabinieri

Battipaglia. Uno spazio dedicato all’ascolto  e all’accoglienza all’interno della caserma della locale compagnia dei

Webp.net-gifmaker