Progetto contrasto ludopatia: partner anche la Val Calore di Roccadaspide Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada

Partecipa anche il Comune di Roccadaspide e l’associazione di pubblica assistenza  Val Calore,  al progetto “Io non rischio” di contrasto alla ludopatia. L’iniziativa è stata presentata lunedì presso l’associazione “La solidarietà”-Odv a Fisciano.

“Come associazione abbiamo preso parte anche noi al convegno – afferma Mario Caputo, presidente della Val Calore – si tratta di un progetto importante che, con il nostro appoggio e la nostra collaborazione, coinvolgerà  anche il nostro territorio con l’obiettivo di prevenire e contrastare il fenomeno della ludopatia”. Il progetto è stato finanziato dalla regione Campania, con fondi del ministero del Lavoro e delle Politiche sociali. L’iniziativa coinvolge le associazioni di Fisciano, Pellezzano, Roccadaspide e San Giorgio a Cremano, ed ha il sostegno di numerosi enti istituzionali tra cui il Consorzio sociale Valle dell’Irno, l’Avis di Pellezzano e l’associazione Val Calore di Roccadaspide. E, naturalmente i sindaci dei Comuni coinvolti di Fisciano Vincenzo Sessa, di Pellezzano Francesco Morra, di Mercato San Severino Antonio Somma, di Calvanico Franco Gismondi, di Bracigliano Gianni Iuliano, di Roccadaspide Gabriele Iuliano, di San Giorgio a Cremano Giorgio Nizzo. Il progetto partirà a settembre  e prevede l’attivazione di due sportelli di ascolto  uno a Fisciano, presso l’associazione La Solidarietà, capofila del progetto,  e l’altro a San Giorgio a Cremano e attività di informazione e prevenzione all’interno delle scuole. L’obiettivo è recepire le problematiche, capire le esigenze, valutare gli strumenti idonei e agire con un percorso personalizzato di sostegno, anche psicologico, con professionisti specializzati. Previsto anche un aiuto legale.

»

Leggi anche

Pontecagnano cimitero, “Paghiamo per luce lampade votive, ma sono spente”

Pontecagnano Faiano. Corre sui social la denuncia per le attuali condizioni degli uffici al cimitero comunale e per la mancata [&hellip

Capaccio. Nella notte collocato ordigno davanti negozio di fiori

Capaccio Paestum. Sono in corso le indagini dei carabinieri per individuare l’autore dell’attentato messo a segno stanotte

Travolta e uccisa da betoniera, interviene medico legale: è il suo fidanzato

Tragedia nella tragedia a Bolzano dove giovedì una betoniera ha travolto e ucciso un’insegnante 34enne,  mentre era in sella al

Webp.net-gifmaker