Ospedale Roccadaspide, Auricchio: “Nessuna chiusura Cardiologia e Chirurgia” Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada

Roccadaspide. Negli ultimi giorni, alcune testate giornalistiche, hanno raccontato le criticità relative alla mancanza di personale presso l’ospedale di Roccadaspide da cui sta conseguendo il temporaneo blocco dei ricoveri presso alcuni reparti, quali Medicina e Lungodegenza. Erroneamente tra i reparti chiusi sono citati  anche quelli di Chirurgia, diretto dal dottore Francesco La Rocca e di Cardiologia – Utic, diretto dal dottore Igino Oppo, che, invece, funzionano a pieno regime.

Va ricordato che il reparto di Cardiologia -UTIC è uno dei pochi reparti, in tutta la Campania, in cui si effettuano test al cicloergometro, eco-stress farmacologico, ecocardiografia transesofagea, ecocardiogramma, holter dinamico cardiaco e tanti altri esami grazie ad attrezzature modernissime. Presso l’ospedale di Roccadaspide, infatti, da diversi anni, è attivo anche l’Ambulatorio Specialistico di Cardiologia diretto dal dottore Igino Oppo, che lo ha fortemente voluto insieme al dottore Raffaele Rotunno. L’ambulatorio permette agli utenti di ricevere anche gli esami più particolari in day-hospital e quindi senza necessità di ricovero. Ad erogare visite specialistiche, inoltre, ogni giovedì vi è il dottor Rotunno che, nonostante la sopraggiunta età pensionabile, ha deciso di continuare a prestare gratuitamente servizio presso la struttura.

E’ utile ricordare che Rotunno, con il suo team, è riuscito a portare in alto il nome del reparto di Cardiologia di Roccadaspide con importanti sperimentazioni che lo hanno fatto conoscere anche al di fuori dei confini nazionali. Tra queste il progetto “Cardiopain” che porta proprio la firma di Rotunno e che è stato lodato dall’AIFA, l’Agenzia Italiana del Farmaco.

»

Leggi anche

Salerno, rinvenuti dipinti olio su tela del XVII secolo rubati negli anni ’90

Salerno. Presso un’abitazione di Salerno sono stati recuperati due dipinti olio su tela del XVII secolo a forma ottagonale raffi

Roscigno, festa amministrazione “ecologica”

Roscigno. Nel piccolo borgo degli Alburni da oggi c’è un’attenzione in più all’ambiente: arrivano, infatti, i posac

Oliveto Citra. Avifauna protetta: salvati 3 esemplari, uno trovato da bimba

Oliveto Citra. Ieri giornata contraddistinta da una serie di interventi finalizzati al recupero e salvataggio di esemplari appartenenti

Webp.net-gifmaker