Pontecagnano, area di sgambamento ostaggio del degrado e dell’incuria Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada

Fu realizzata alcuni anni fa in ricordo di Carmine Longo e della sua passione immensa per i cani

Pontecagnano Faiano. L’area di sgambamento dedicata a Carmine Longo diventata ostaggio del degrado. Sono molti i residenti che hanno sollevato la problematica, denunciando lo stato di abbandono anche attraverso i social. 

L’area dedicata agli amici a quattro zampe è stata inaugurata circa sette anni fa, a Sant’Antonio di Pontecagnano Faiano. La cerimonia fu organizzata dal Comune in collaborazione con l’associazione Carmine Longo. Lo spazio venne attrezzato per essere consentire ai cani di avere un’area a loro dedicata, di un’ampiezza di circa 1.000 metri quadrati.

Il progetto venne messo in atto per dare una risposta concreta a tutte le esigenze dei tanti proprietari di cani che vogliono concedere uno svago in libertà al proprio amico a quattro zampe, in tutta sicurezza. L’allora amministrazione, all’epoca, sottolineò come l’area sarebbe stata costantemente monitorata e vigilata. Ma da quelle che sono le attuali condizioni risulta essere tutt’altro che praticabile.

Dominano degrado e abbandono e l’area necessita sicuramente di una radicale bonifica. Sono tanti i cittadini che si appellano all’amministrazione comunale, affinché quest’area realizzata in ricordo di Carmine Longo possa essere fruibile in tutta sicurezza.

 

»

Leggi anche

Sicurezza Luci d’Artista: ecco tutte le azioni e i servizi messi in campo

Salerno. A conclusione della manifestazione d’arte luminosa “Luci d’Artista Salerno 2022-2033”, iniziata venerdì 2 dicembr

San Marzano Calcio conquista Coppa Italia Dilettanti

San Marzano sul Sarno. “A nome dell’amministrazione comunale, voglio rivolgere con grande entusiasmo i miei più sentiti co

Castellabate. Associazione Tommy 125 dona defibrillatore a Comune

Installato in maniera definitiva il defibrillatore donato dall’associazione Tommy 125 presso la Casa Comunale in Santa Maria. Un vali