Cava de’ Tirreni. Niente soggiorno climatico disabili: protesta in piazza Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada

Sabato 17 settembre ore 10.30 ci sarà una manifestazione di protesta organizzata da Italexsit

Cava de Tirreni, mancano i fondi per il soggiorno climatico per le persone disabili e le loro famiglie. Sabato 17 settembre ore 10.30 ci sarà una manifestazione di protesta organizzata da Italexsit che partirà da Piazza Lentini.

Ecco la nota a firma della presidente della Commissione pari opportunità Filomena Avagliano inviata alla nostra redazione

“Il motivo della manifestazione: il taglio del soggiorno climatico per le persone disabili e le loro famiglie.
Cava de Tirreni non ha fondi per questa iniziativa, il soggiorno quest’anno non ci sarà.
Un bilancio che parte da lontano un debito storico e che non vede un progetto per la città.
Manca un’idea del domani, del dopo di noi, che non sia di chiudere in quattro mura le persone disabili, ma di apertura alla città alla vivibilità quotidiana. Manca un’idea che sia di rilancio, dai ceti deboli alla parte produttiva della città. Abbiamo quindi una gestione senza idee che pensa solo al quotidiano.
Ovviamente non posso non esserci alla manifestazione. Capisco benissimo il clima di esclusione sociale,
Capisco chi si sente per l’ennesima volta l’ultima ruota del carro Capisco che di disabilità se ne parla poco e male, e spesso è solo un parlarne di facciata, un modo per ripulirsi le coscienze.
Devo dire però che il soggiorno climatico così pensato a me non piace.
Ho il dovere come madre di persona disabile, come donna e come consigliera comunale di dire che insieme dobbiamo ripensare il mondo della disabilità, e tutto quello che è visione pietistica va Eliminato, rimosso come una barriera architettonica,
Basta, sono stanca, siamo stanchi di progetti che si chiamano inclusivi ma che di fatto non lo sono.
Stanca che l’unico modo di pensare alla disabilità sia l’assistenzialismo.
Non è possibile includere se si esclude con progetti che non siano rivolti a tutti.
Davvero pensiamo che sia inclusivo un progetto che ghettizza mettendo insieme Solo Disabili, Davvero?
Io dico che questo non include, anzi marginalizza, lede alla dignità delle persone disabili e alle loro famiglie.
Quei fondi, che ora addirittura non ci sono, dovrebbero essere investiti diversamente. Fin anche nei lidi qui vicino a noi, penso a Vietri nostra città amica, affinché i luoghi siano accessibili.
Gli stabilimenti balneari devono essere muniti di scivoli e sedie che possono portare in acqua chi è in carrozzina. Non è possibile vedere che l’unico modo per farsi un bagno in mare è che qualcuno materialmente prenda in braccio e trasporti chi non può camminare.
Non è possibile che le persone disabili non abbiano accesso autonomo al mare, in montagna ma addirittura in un bar, nonostante io abbia fatto votare una delibera che non fa pagare il suolo pubblico a chi si munisce di rampe, non è più possibile far finta di non accorgersi che la persona disabile sia trattata come non persona.
Quei fondi devono essere destinati ad includere e non a rinchiudere.
La vera inclusione si fa quando Tutti sono insieme, fare parti uguali tea disuguali è la forma più meschina di disuguaglianza”. 

»

Leggi anche

Al via il concorso “Bulli di sapone-rispetto e gentilezza contro la violenza”

In occasione della Settimana regionale contro il Bullismo e Cyberbullismo, istituita con legge regionale n. 11 del 22 maggio 2017 (&

Ladri in azione ad Albanella, sono entrati in casa: “Parlavano arabo”

Albanella. Ancora ladri in azione sul territorio comunale. L’allarme è scattato dopo un post sui social scritto da Rocco Agostin

Palomonte. Pubblica foto osè delle amiche su siti porno

Palomonte. Foto di ragazze minorenni, studentesse universitarie e madri di famiglia, completamente nude ed in atteggiamenti osé, scatt