Paestum, eventi “Clouds Arena”: scatta divieto bevande in lattine o vetro Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada

In occasione degli eventi "Coca Cola Summer Festival" e "Gue'  Pequegno in concerto"

Capaccio Paestum. Manifestazioni pubbliche: scatta il divieto di vendita in contenitori di vetro o lattine, anche per asporto, di alcolici, superalcolici ed altre bevande. Il provvedimento è volto a prevenire e contrastare situazioni di degrado e consente di fronteggiare comportamenti che possano causare pericoli per i residenti, i turisti e i visitatori. Nell’ordinanza a firma del sindaco Franco Alfieri si ordina che “a  decorrere dalle 10 del giorno 29 luglio fino alle 6 del  31 luglio  nel Comune di Capaccio Paestum, nel raggio di mille metri dalla struttura denominata “Clouds Arena ” in occasione degli eventi “Coca Cola Summer Festival” e “Gue’  Pequegno in concerto” è  fatto divieto assoluto di somministrare e vendere da asporto bevande in bottiglie di vetro e lattine”.

La somministrazione deve avvenire in bicchieri di carta o di plastica, nei quali le bevande devono essere versate direttamente da chi effettua la somministrazione o vendita. Per la vendita in contenitori in plastica è imposto l’obbligo, per I ‘esercente, di procedere preventivamente all’apertura dei tappi dei contenitori stessi.

E’ fatto divieto assoluto di vendita in contenitori di vetro o lattine, anche per asporto, di alcolici, superalcolici;
E’ fatto divieto assoluto di somministrare alcolici, superalcolici e altre bevande, in contenitori di vetro o lattine. La somministrazione e consentita unicamente se i 1 consumo nei sopra citati contenitori avvenga all’interno dei locali e delle aree del pubblico esercizio o nelle aree pubbliche esterne, di pertinenze dell’attività, legittimamente autorizzate all’occupazione di suolo pubblico.
E’, altresì, fatto assoluto divieto di utilizzo di bottiglie di vetro e lattine, per il consumo di bevande, nelle aree pubbliche e aperte al pubblico;
Il divieto di cui al precedente punto 1 non opera nel caso in cui la somministrazione e la conseguente consumazione avvengano all’interno dei locali e delle aree del pubblico esercizio o nelle aree pubbliche esterne, di pertinenza dell’attività, legittimamente autorizzate con occupazione di suolo. Il divieto di cui al punto 1 riguarda gli esercenti dei pubblici esercizi di somministrazione di alimenti e bevande, gli esercenti degli esercizi di vicinato, di media e grande struttura di vendita, gli esercenti di vendita al dettaglio su area pubblica, i laboratori artigianali alimentari con annessa attività di vendita di bevande, nonché gli operatori professionali e non professionali che esercitano attività di vendita e somministrazione su aree pubbliche;

L’inosservanza dei precetti di cui ai punti precedenti e punita, impregiudicata la rilevanza penale per fatti costituenti reato, con la sanzione amministrativa pecuniaria determinata tra €.25,00 e €500,00, con pagamento in misura ridotta fissata in €50,00, salve spese di notifica e altri oneri di legge e di procedimento.

»

Leggi anche

Castellabate. Natale solidale per anziani, disabili e famiglie indigenti

Castellabate si prepara ad accogliere un Natale più solidale e caritatevole grazie alle iniziative strenna natalizia agli anziani e pa

Montecorvino Pugliano. Investito davanti supermercato: è in prognosi riservata

Montecorvino Pugliano. Stamattina, alle 6:20, a Pagliarone davanti ad un supermercato di una nota catena un settantenne è stato invest

Pontecagnano. Strada colabrodo: automobilista ci rimette due gomme

Pontecagnano Faiano. Strada dissestata: una cittadina ci finisce dentro con la sua vettura e ci rimette due pneumatici. Il fatto [&hell

Webp.net-gifmaker