Maltempo Salernitano, Cammarano: “Regione chieda stato di calamità” Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada

Salerno. “La grave ondata di maltempo, i nubifragi e le piogge torrenziali che in queste ore si sono abbattute sulla Campania ed in particolare su alcuni centri urbani, tra cui Monteforte Irpino e intere zone dell’alto Sele del Salernitano, hanno provocato danni ingenti al territorio e alle popolazioni colpite. Sono in costante contatto con la Protezione civile per monitorare i danni nelle aree colpite – dichiara CammaranoMolte strade rurali sono interrotte, alcune principali sono percorribili con difficoltà, i campi sono completamente distrutti“. A dirlo è il consigliere regionale Michele Cammarano che chiede al presidente De Luca di avviare l’iter per lo stato di Emergenza e Calamità.

Occorrono tutti gli sforzi possibili per tutelare e mettere in sicurezza i territori colpiti. Grazie di cuore a tutti i volontari della Protezione Civile e ai Vigili del Fuoco che in queste ore, senza sosta e senza risparmiarsi nulla, stanno lavorando sul campo per scongiurare ulteriori tragedie. La Campania è una regione a grave dissesto idrogeologico: da anni proviamo a sensibilizzare sull’urgenza dell’adozione di un piano straordinario di prevenzione. Non c’è più tempo, è indispensabile unire le forze per avviare un’ampia progettualità concreta, che si avvalga della ricerca scientifica e degli studi in materia per creare un grande progetto innovativo a difesa dei nostri territori e aree interne” – conclude Cammarano.

»

Leggi anche

Roccadaspide. Provincia consegna lavori Sp11/A e Sp11/B

La Provincia di Salerno consegna i lavori di potenziamento e messa in sicurezza della SP 11/A e SP 11/B nel […]

Salerno. Droga: domiciliari e obbligo presentazione pg per 2 giovani

Lo scorso 29 settembre personale della Squadra Mobile di Salerno ha tratto in arresto, nella flagranza del reato, V. M. […]

Postiglione. Incivili in azione: discarica vicino al fiume Calore

Postiglione. Ancora incivili in azione nelle aree demaniali in prossimità dei corsi d’acqua. L’ultima discarica è stata s

Webp.net-gifmaker