Battipaglia. Distributore a due passi dal Liceo Medi, Pd: “Fermatevi” Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada

Nei giorni passati alcuni studenti e alcuni docenti del Medi hanno inviato una lettera ai ministri dell’istruzione Giuseppe Valditara e Matteo Piantedosi

Battipaglia. Distributore di carburanti a due passi dal Liceo scientifico Medi: il locale circolo del Pd dice no al progetto. 

” La conferma è arrivata pochi giorni fa: l’iter di autorizzazione del distributore di benzina a due passi dal Liceo Scientifico “Enrico Medi” continua ad andare avanti.  L’ufficio prevenzione incendi dei Vigili del Fuoco di Salerno – si legge in una nota –  con il suo ultimo parere, ha attestato che il rischio di un’esplosione è praticamente prossimo allo zero ma, a nostro avviso, il problema vero è un altro: è opportuno costruire una stazione di servizio per il rifornimento di carburante, nel pieno centro della città, e – cosa più importante – adiacente all’istituto scolastico più frequentato di Battipaglia? Non vogliamo discutere della legittimità o meno dei procedimenti amministrativi né tanto meno delle ragioni burocratiche di tali scelte. Ci interessa altro: se quest’amministrazione ha consentito e avallato la scelta di piazzare una pompa di benzina a pochi metri dal parco fluviale del Tusciano che sorgerà grazie al Masterplan della Provincia di Salerno è perché manca una visione politica, manca il senso di appartenenza a una comunità e l’amore per la propria città.

Nei giorni passati alcuni studenti e alcuni docenti del Medi hanno inviato una lettera ai ministri dell’istruzione Giuseppe Valditara e Matteo Piantedosi per dire no ai 20 erogatori di carburante. Duecento le firme raccolte, che vanno ad aggiungersi a tutte le altre numerose iniziative promosse da Associazioni, Comitati e cittadini per dire no a questa ennesima ferita alla nostra Città. Il nostro posto è sempre al fianco dei cittadini per far valere le ragioni del NO e lanciamo un appello a tutte le altre organizzazioni politiche della nostra città: uniamo le forze per fermare il distributore, prima che sia troppo tardi. Salviamo la nostra città da questa amministrazione che non ha visione, appartenenza e amore per la nostra comunità! Da parte nostra, dunque, l’appello è esteso a tutte le associazioni e le forze politiche del territorio: uniamo le forze per fermare il distributore prima che sia troppo tardi. Dimostriamo di poter riuscire lì dove quest’amministrazione ha fallito, nell’unione, di intenti e di obiettivi: chi condivide lo stesso scopo, insieme può raggiungere l’impossibile”. 

»

Leggi anche

Eboli. Al via, dal 19 al 21 luglio, la VI edizione di “Eboli Città Sveva”

Al via la VI edizione di “Eboli Città Sveva”: il 19-20-21 luglio 2024 la città si tramuterà in un Borgo […]

Al Molo Manfredi installata opera luminosa “I love Salerno”

Salerno.  “I love Salerno”: l’opera artistica luminosa  è stata inaugurata al molo Manfredi. L’inaugurazione

Giffoni film Festival e Asl: tutte le iniziative in campo

Il Dipartimento di Salute Mentale, di concerto con la Direzione strategica della Asl Salerno (ingegnere  Gennaro Sosto, dott. Primo Se

Salerno, piede diabetico: screening gratuito alla Casa di cura Villa del Sole

Nella Casa di Cura Villa del Sole di Salerno una giornata di screening gratuito per la prevenzione piede diabetico.  Il […]