Battipaglia. Criticità ospedale: Cisl Fp proclama stato di agitazione Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada

La decisione fa seguito all'assemblea dei lavoratori tenutasi il 4 giugno

Battipaglia. Gravi criticità al locale presidio ospedaliero: la Csl Fp proclama lo stato di agitazione. La decisione fa seguito all’assemblea dei lavoratori tenutasi il 4 giugno. 

Le motivazioni alla base della decisione riguardano la carenza di personale e la garanzia del mantenimento dei livelli essenziali di assistenza (Lea).

La nota stampa della Cisl Fp  
” Nello specifico dall’incontro è emerso che, nonostante il tentativo di riorganizzare i servizi avviato da parte di codesta azienda nell’ambito dell’ottimizzazione delle prestazioni assistenziali e dell’utilizzo delle risorse umane, la grave carenza di personale in tutte le strutture e per tutte le figure del comparto sta minando gravemente la tenuta e la garanzia dei LEA nei vari servizi – Centro trasfusionale, UOC Patologia Clinica, Radiologia, Servizio di Logistica-Trasporto e dell’Amministrazione nonché in tutte le unità operative del presidio  – pronto soccorso, Rianimazione, Medicina, Ortopedia, Pediatria e TIN, Chirurgia, Ostetricia- Ginecologia e Cardiologia e Pneumologia.
A tal proposito preme segnalare che, allo stato, la situazione non è più tollerabile poiché la grave carenza, ridotta all’osso, interessa tutti i profili e tutte le unità operative tra cui infermieri, autisti, ostetriche, tecnici di radiologia, tecnici di laboratorio, operatori socio sanitari e personale amministrativo.
In aggiunta preme altresì evidenziare che, allo stato attuale, la maggior parte degli operatori per spirito di sacrificio e abnegazione e così come disposto attraverso diverse note da codesta direzione, ha raggiunto il tetto massimo effettuabile per il lavoro straordinario ed in alcuni casi, sono obbligati ad espletare prestazioni extra ordinarie senza garanzia alcuna di remunerazione.
Pertanto alla luce di quanto espresso, la scrivente organizzazione sindacale chiede una risoluzione immediata, anche se temporanea, per affrontare l’attuale contingenza, in attesa di un urgente reclutamento di personale, ravvisando che a seguito del mandato ricevuto dai lavoratori, in assenza di immediato e positivo riscontro entro e non oltre 10 giorni, verrà attivato lo stato di agitazione  del personale del comparto interessato e il tentativo di conciliazione dinanzi al Prefetto”. 

I Delegati RSU La Segreteria Aziendale
Pepe Gaspare – Solimeno Pasquale Vece Silvano
Il Coordinatore Area Centro Sud Il Coordinatore Area Centro Nord
Lorenzo Conte Andrea Pastore
Il Capo Dipartimento Sanità Pubblica Il Segretario Provinciale
Pietro Antonacchio Alfonso Della Porta

»

Leggi anche

Ad Aquara parte il progetto “Nonno Vigile”

Ad Aquara al via, in via sperimentale,  il progetto Nonno Vigile approvato dall’amministrazione comunale diretta dal sindaco Antonio

Perdifumo. Perseguita ex: divieto di avvicinamento e braccialetto elettronico

Perdifumo. Perseguita l’ex compagna: scatta il divieto di avvicinamento con l’applicazione del braccialetto elettronico. 

Salerno, in Prefettura firmato patto per prevenire il disagio giovanile

Salerno. Ieri, presso il Salone Azzurro del Palazzo del Governo, è stato sottoscritto il Patto per prevenire e contrastare il [&hellip

Ladri acrobati in azione a Battipaglia: furto in via Serroni

Battipaglia. Si arrampicano  sui tubi e condizionatori della parete esterna di un palazzo e mettono a segno un furto.  Sono […