Altavilla. Sequestro Bosco Chianca: ecco le irregolarità riscontrate Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada

Tagli a raso: questa una delle motivazioni per cui è scattato il provvedimento di sequestro disposto dalla Procura di Salerno

Altavilla Silentina. Tagli a raso: questa una delle motivazioni per cui è scattato il provvedimento di sequestro disposto dalla Procura di Salerno ed eseguito il 18 novembre.

Ad eseguire il provvedimento con ‘apposizione dei sigilli il Nucleo Carabinieri Forestale di Sicignano degli Albumi. I militari hanno posto sotto sequestro  una superficie boschiva di 23 ettari in località Chianca per irregolarità riscontrate nelle operazioni di taglio. Tre gli indagati denunciati all’autorità giudiziaria  per violazioni ambientali. Si tratta di coloro che ne hanno disposto e eseguito le operazioni.

L’ipotesi investigativa

Secondo l’ipotesi investigativa il bosco avendo raggiunto la condizione di ceduo “invecchiato”, come da limite fissato dal Regolamento Forestale Regionale e dal piano di gestione comunale, non poteva essere interessato da tagli a raso.

»

Leggi anche

M5S, Cammarano: “Dalla Campania in tanti a Roma per difendere il Sud”

Roma. “Oggi siamo a Roma per opporci al clima di intimidazione che si respira nelle istituzioni, per dire no all’autonomia

Roccadaspide. Acquisto di un’ala del castello, proprietari ricorrono al Consiglio di Stato

Roccadaspide. Diritto di prelazione per l’acquisto di una porzione del castello (ex principi Filomarino): il Tar respinge il ricorso

Piaggine, agevolazioni a fondo perduto per nuove imprese sul territorio

Piaggine. Agevolazioni per le nuove imprese sul territorio comunale. Pubblicato il bando dal Comune di Piaggine, guidato dal sindaco Re

Capaccio. Scontro tra scooter e auto: due giovani 26enni in ospedale

Capaccio Paestum. Ancora incidenti stradali nella città dei Templi. L’ultimo si è verificato nella tarda mattinata di oggi sull