Albanella, debiti fuori bilancio: 11 pignoramenti per oltre 360mila euro Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada

Albanella. Riconoscimento dei debiti fuori bilancio: la somma complessiva che il Comune di Albanella dovrà pagare ammonta a 366.266 euro. La commissaria prefettizia Clelia Ardone ha dovuto regolarizzare le carte contabili con il tesoriere comunale, la Bcc di Capaccio Paestum e Serino, riconoscendo i debiti fuori bilancio nell’esercizio 2022.

A luglio dello scorso anno, il responsabile del Settore Finanziario – Tributi aveva comunicato al responsabile del Settore Tecnico il sollecito al personale di competenza per la predisposizione dell’istruttoria adeguata e gli atti per il riconoscimento dei debiti fuori bilancio. A fronte della mancata istruttoria preliminare, il consiglio comunale, sempre a luglio dello scorso anno, ha dovuto vincolare tutto l’avanzo di amministrazione, pari a 428.280 euro, al fine di garantire l’eventuale copertura di tutti i debiti, a quella data non riconosciuti e quindi non istruiti della loro cerca imputazione al Comune di Albanella o a eventuali soggetti terzi responsabili nel caso in cui l’acquisizione di beni e servizi sia avvenuta in violazione dell’obbligo. L’istituto di credito Bcc di Capaccio Paestum e Serino ha comunicato, successivamente, che a seguito di procedura esecutiva con pignoramento presso terzi, azionata nei confronti dell’ente, ha provveduto all’emissione di undici bonifici in uscita. Si tratta di:

  • due liquidazioni disposte dal Tribunale di Salerno a favore della “Edil Test”, di 4.101,50 e 1.472,58 euro;
  • una liquidazione in un procedimento contro il Comune, pari a 600,73 euro;
  • una liquidazione a favore di Gugliucciello Costruzioni Srl, sempre disposta dal Tribunale di Salerno, di 336.275 euro, oltre a una seconda liquidazione per compensi professionali di 5.132,24 euro;
  • la liquidazione in favore di tre avvocati di somme pari a 504,03 euro, 2.129,62 euro e 302,45 euro;
  • tre liquidazioni ad altrettanti ingegneri, di somme pari a 11.730 euro, 2.000 euro e 2.017,86 euro. 

L’ente comunale ha ora proceduto a regolarizzare le carte contabili con la Banca di credito cooperativo di Capaccio Paestum e Serino, in rifierimento ai pagamenti senza mandato effettuati, impegnando la somma complessiva di 366.266,01 euro sul bilancio di previsione 2021, attingendo la relativa risorsa dall’avanzo di amministrazione ai fini dell’estinzione dei provvisori di uscita, fermo restando il successivo riconoscimento, da parte dell’organo competente, dei debiti fuori bilancio nel prossimo esercizio 2022, entro il 30 aprile quando ci sarà l’approvazione del consuntivo 2021, mediante la predisposizione degli atti amministrativi di competenza del Settore Tecnico.

 

»

Leggi anche

Maxi incidente stradale: vittima 46enne di Pollica

È di un morto e otto feriti il bilancio complessivo del maxi incidente stradale avvenuto ieri sera sulla Cilentana, allo […]

Rincari energia e materie prime: parola ai panificatori di Abanella

Albanella. Da lunedì prossimo aumenta il costo del pane a Salerno. In media si pagherà 4 euro al chilo. Intanto […]

Nel Salernitano a rischio chiusura centinaia di panifici

Centinaia di panifici rischiano di abbassare le serrande a causa del caro energia e materie prime. Sono ben 500 le […]

Webp.net-gifmaker