Pesce: ” Ad Agropoli sanità assente, si soggiace a filiera del potere” Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada

Pesce chiede la convocazione di un consiglio monotematico sulla sanità

Agropoli. ” L’assenza di una risposta sanitaria adeguata, nel nostro territorio, innanzitutto in materia di soccorso, mi ha spinto a chiedere con insistenza un consiglio monotematico sul tema, per aprire un confronto, un dibattito e fare chiarezza sulle reali possibilità in materia”. Queste le parole del consigliere comunale di opposizione Raffaele Pesce. 
“Inascoltato, ad aprile ho ripresentato una mozione specifica, votata all’unanimità nel corso del consiglio del 29 maggio 2023. Ad oggi però non è stato convocato alcun consiglio avente tra gli argomenti quello della sanità, tantomeno monotematico. La sanità – afferma Pesce –  esula dalle appartenenze politico-partitiche, a mio avviso. Non ho fatto mai populismo in generale, tantomeno in particolare su di un argomento così importante, e non voglio farne.
L’argomento non si vuole affrontare cercando di ragionare con gli attori principali, ASL e Regione, una volta per tutte e non sotto elezioni, qualunque esse siano”.

Un’ amministrazione che porta il colore politico del governo regionale, non dovrebbe temere di battere i pugni sul tavolo per riservare ai propri cittadini quelli che sono diritti costituzionalmente garantiti. Non è così, a quanto pare.  Probabilmente – evidenzia Pesce –  nessuno è libero tanto da poter prendere posizione nei confronti della “Filiera” del potere, almeno per fare chiarezza. 
Poi c’è chi, in politica, antepone agli interessi collettivi, i propri interessi privati nella sanità pubblica o privata.  Per fortuna cilentani ed agropolesi non hanno l’anello al naso, benché si debbano ancora affidare probabilmente alla benevolenza del Dio Esculapio per la propria salute ed incolumità o ai Santi in Paradiso”.

»

Leggi anche

Ad Aquara parte il progetto “Nonno Vigile”

Ad Aquara al via, in via sperimentale,  il progetto Nonno Vigile approvato dall’amministrazione comunale diretta dal sindaco Antonio

Perdifumo. Perseguita ex: divieto di avvicinamento e braccialetto elettronico

Perdifumo. Perseguita l’ex compagna: scatta il divieto di avvicinamento con l’applicazione del braccialetto elettronico. 

Salerno, in Prefettura firmato patto per prevenire il disagio giovanile

Salerno. Ieri, presso il Salone Azzurro del Palazzo del Governo, è stato sottoscritto il Patto per prevenire e contrastare il [&hellip

Ladri acrobati in azione a Battipaglia: furto in via Serroni

Battipaglia. Si arrampicano  sui tubi e condizionatori della parete esterna di un palazzo e mettono a segno un furto.  Sono […