Agropoli Pala Concilio, danni opera ceramica: ripristinata da figlio di Andrea Guida Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada

L'opera fu realizzata nel 2010 ed è stata danneggiata durante dei lavori di riqualificazione della struttura sportiva

Agropoli. Il pannello ceramico danneggiato presso il Pala Concilio sarà ripristinato dal figlio di Andrea Guida che nel 2010 realizzò l’opera artistica. 

 “Questa mattina, insieme ad alcuni colleghi dell’amministrazione comunale, abbiamo incontrato Antonio e Rosaria Guida, figli del compianto artista Andrea, i quali hanno molto apprezzato la nostra volontà di incontrarli e di trovare una soluzione alla vicenda occorsa. In primis, ci siamo scusati per quanto avvenuto al pannello ceramico di metri 3×2 – afferma il sindaco Roberto Mutalipassi –  composto da una serie di mattonelle, realizzato da Andrea Guida nel 2010 e posto su una facciata laterale del Pala “Di Concilio”. La struttura sportiva è interessata da settembre del 2021 da lavori di restyling. È stata aperta una finestra, prossima ad un pilastro, funzionale a posizionare l’impianto di condizionamento, andando così ad intaccare e danneggiare una porzione di mattonella. Un atto che condanniamo e che si doveva evitare. Ho chiesto, a tal proposito, agli uffici una relazione tecnica dettagliata di quanto è avvenuto. Ma adesso bisogna pensare a porre rimedio al danno. E per fare questo lavoro, ha dato la sua gentile disponibilità Antonio Guida, che ha raccolto l’eredità del papà in maniera davvero eccelsa. Mi ha assicurato che il pannello può essere riparato e recuperato. La firma proverà lui stesso a riprodurla da altre opere. Nel contempo, anche per dare la giusta e maggiore visibilità all’opera, abbiamo insieme ipotizzato la possibilità di spostare l’intero pannello sulla facciata che guarda su via Taverne. In questo modo sarà facilmente visibile da tutti coloro che percorrono l’arteria stradale”.

Mutalipassi conclude:” L’arte e la cultura sono molto importanti e per nessuna ragione deve accadere che un’opera possa venire danneggiata. Ci tengo a questo ma non solo a parole, e i fatti lo dimostrano: in una giunta del 28.09.2021 venne approvata, su mia proposta, una delibera tesa a preservare i sette pannelli ceramici sull’Istituto che ospita la scuola primaria “G. Landolfi”, di cui quattro sulle pareti esterne, in caso l’edificio fosse stato interessato da lavori di ristrutturazione. Ma andiamo oltre le parole. Ora al lavoro per restituire dignità al pannello”.

»

Leggi anche

Albanella. Sanzione scarichi depuratore: 17 anni e vertenza ancora in atto

Albanella. Sanzione al Comune per aver superato i limiti degli scarichi provenienti dagli impianti di depurazione comunale: la Cassazio

S.Arsenio, coppia priva di sensi: a dare l’allarme è il figlio negli USA

Sant’Arsenio. Non riesce a contattare i genitori dagli Stati Uniti: ha allertato polizia locale e vigili del fuoco, che hanno [&h

Castel S.Lorenzo, percorso anti Covid al Museo civiltà contadina

Castel San Lorenzo. Messa in sicurezza dei luoghi e protezione dal Covid: il Comune, retto dal sindaco Giuseppe Scorza, ottiene un [&h