Agropoli. Carcasse di gatto rinvenute lungo il Testene Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada

Uno dei due felini è stato rinvenuto decapitato e con un arto amputato

Agropoli. Carcasse di gatto alla foce del fiume Testene. Uno dei due felini è stato rinvenuto decapitato e con un arto amputato. In corso gli accertamenti dell’unità veterinaria dell’Asl Salerno per verificare se si è trattato dell’ennesimo atto di inciviltà perpetrato ai danni degli animali.

A fare la macabra scoperta è stata una ragazza, che stava effettuando una passeggiata, che ha segnalato il ritrovamento all’associazione Spartakus. Si tratta di due esemplari morti da svariati giorni e in stato di decomposizione a poca distanza l’uno dall’altro. Uno dei due è stato rinvenuto decapitato e mutilato di una zampa, l’altro non presenta segni di violenza. Non si esclude però che possa essere stato vittima di un avvelenamento. L’associazione ha prontamente contattato i sanitari dell’Asl Salerno Distretto 69/70. I veterinari Vincenzo Squillaro e Tiziana Milano hanno verificato se fossero muniti di microchip, ma entrambi ne erano sprovvisti. Dopo i rilievi i due gatti sono stati rimossi per essere sottoposti ad autopsia per risalire alle cause del decesso. Il sospetto è che i felini siano morti in un altro luogo e abbandonati vicini al fiume. “Sarà l’esame autoptico a stabilire le cause del decesso – precisa Squillaro – nonostante siano trascorsi molti giorni con conseguente decomposizione dei corpi, ci auguriamo che si riesca a stabilire se la decapitazione e l’amputazione dell’arto di uno dei due gatti sia stata opera dell’uomo, oppure le conseguenze di un’aggressione di un altro animale. Ma l’autopsia dovrà anche stabilire le cause del decesso dell’altro gatto, che non presentando ferite e mutilazioni sul corpo come il primo, potrebbe essere stato avvelenato”. Se gli esami dovessero appurare che i gatti siano stati uccisi e avvelenati da ignoti, sarebbe l’ennesimo episodio gravissimo che si andrà ad unire agli altri casi di maltrattamento e di sparizioni nel nulla che si stanno verificando ad Agropoli, soprattutto nelle aree del fiume Testene e del Lungomare San Marco. Molte le denunce presentate ai carabinieri. “L’esito dell’esame autoptico sarà prontamente comunicato dall’Asl – fa sapere Squillaro – per la presa visione di tutti e per appurare le cause che hanno portato alla morte i due esemplari felini”. Una vicenda, che sta tenendo in apprensione tutti i volontari, che accudiscono le colonie feline sul territorio, nonché i proprietari di gatti.                                                                                                 Vincenzo D’Andrea 

»

Leggi anche

Albanella. Incidente in scooter: 43enne operata, è grave trasferita al Cardarelli

Albanella. E’ stato necessario un trasferimento di urgenza  al “Cardarelli” di Napoli  per Sara S. 43enne vittima i

Campagna, finanziati due progetti di innovazione digitale

Campagna. La Presidenza del Consiglio dei Ministri (Dipartimento per la trasformazione digitale) ha finanziato i primi due progetti di

[VIDEO] Altavilla. Emergenza cinghiali: devastata piantagione di mais

Altavilla Silentina. Il territorio comunale da tempo ostaggio di branchi di cinghiali, che raggiungono le coltivazioni lasciando, al lo

Webp.net-gifmaker