Agropoli. Affidamento randagi: Comune impugna ricorso al Tar Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada

Presentato da Assocanili e dalla Lega nazionale per la difesa del cane

Agropoli. Affidamento cani randagi: il Comune impugna il ricorso al Tar presentato da Assocanili e dalla Lega nazionale per la difesa del cane e si costituisce in giudizio.

Nel ricorso le due associazioni hanno chiesto l’annullamento della delibera di giunta (149 del 6.07.2022) per l’affidamento definitivo dei randagi di proprietà comunale, e l’annullamento della determinazione del responsabile dell’area Vigilanza e Polizia Locale, con la quale è stata affidato ad un canile il servizio di adozione permanente dei randagi e di ogni altro atto conseguenziale.

A richiedere la revoca della delibera di affidamento, ritenuto illegittima,  anche la Regione Campania. Di parere diverso il responsabile della polizia locale che ha dichiarato  che “ la procedura di affidamento dei cani è stata adottata nel pieno e puntuale rispetto del codice dei contratti della pubblica amministrazione”  e ha comunicato “l’opportunità della costituzione in giudizio per difendere le ragioni dell’Ente”.

Da qui la decisione dell’amministrazione comunale del sindaco Roberto Mutalipassi di procedere alla nomina di un  legale. Per l’intero giudizio davanti al Tar il Comune verserà al professionista la somma di  4.440,80 euro. Le associazioni hanno contestato la decisione del Comune di Agropoli sostenendo che i provvedimenti adottati violassero la legge regionale. Nella nota inviata dalla Regione  al Comune di Agropoli,  alla luce di quanto stabilito dalla legge regionale dell’11 aprile 2019 n.3 “Disposizioni volte a promuovere e a tutelare il rispetto ed il benessere degli animali di affezione e a prevenire il randagismo” ,  gli atti sono stati ritenuti “illegittimi” pertanto si chiedeva “la revoca in autotutela degli atti adottati”.

Stessa richiesta anche per Roccadaspide che ha affidato i randagi con le stesse modalità.  110.000 euro: è la somma che il Comune di Agropoli ha concordato, con un canile dell’hinterland napoletano, attuale gestore dei cani di proprietà comunale, per l’affidamento definitivo di 81 randagi. Decisione intrapresa anche da Roccadaspide: 20 i cani ceduti alla stessa struttura per circa 73.000 euro.

»

Leggi anche

Allarme furti Vallo di Diano: summit sindaci alla comunità montana

Si è svolta ieri a Padula la Conferenza dei Sindaci del Vallo di Diano. Presso la sede della Comunità montana […]

Salerno. Incendio pronto soccorso ospedale “Ruggi”: 2 intossicati

Nella notte del 1 dicembre si è rischiato al Pronto Soccorso del Ruggi ma per fortuna grazie al personale in […]

Bcc Capaccio Paestum e Serino: scopri i vantaggi di SocioXSocio

Tempo di Natale, tempo di Socio x Socio. La  campagna della Bcc Capaccio Paestum e Serino che prevede un piano […]

Webp.net-gifmaker