Roccapiemonte. Al Liceo “Rescigno” progetto “Boxando s’impara” Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada

Si è concluso con la fine dell’anno scolastico il progetto “Boxando s’impara” promosso dalla FPI e coordinato dal Moffa Team Fighting.

Il progetto è stato inaugurato martedì 22 marzo 2022 presso il Liceo Scientifico “B. Rescigno” e rappresenta un’iniziativa a carattere nazionale incentrata sul pugilato educativo scolastico ed accreditata formalmente al Miur nell’ambito dei progetti di Sport e Salute e promossa dalla Federazione Pugilistica Italiana. Sono passati circa venti anni da quando la FPI entrò per la prima volta nelle scuole. Era il 2003 quando il pugilato entrò nelle scuole con il progetto di Nino Benvenuti, a cui seguì nel 2005 l’introduzione del primo ring nel plesso scolastico dell’IIS Pacinotti-Archimede di Roma. Dopo quasi venti anni la boxe torna a scuola in modo strutturato, con un grande investimento della Fpi, in 23 istituti scolastici italiani, compresa la Casa Circondariale Femminile di Pozzuoli, investendo nella scuola e garantendo a studenti, docenti e familiari un piano di lavoro totalmente gratuito con attività interdisciplinari focalizzate su tre asset fondamentali per la boxe: la formazione, il sociale e la cultura. Il progetto “BOXANDO S’IMPARA” nel Liceo “B. Rescigno” ha coinvolto oltre 40 studenti e ha previsto una programmazione di venti ore di lezioni teoriche e pratiche da svolgere in orario curriculare, con il “kit di allenamento Adidas” fornito dalla Fpi e tenute da tecnici sportivi Fpi della società Sportiva Olympic Planet, diretta dai maestri Gennaro e Gianluigi Moffa. Molte e lodevoli sono le iniziative a carattere territoriale promosse dal Moffa Team Fighting, volte a promuovere una sana attività fisica e una corretta informazione e diffusione degli sport da combattimento, coinvolgendo numerosi enti del territorio. A novembre grazie al Moffa Team si è riuscito ad ospitare a Salerno il Campionato Italiano di Pugilato presso Palaunisa dell’Università Degli Studi di Salerno e per la prima volta in Italia la Convention degli Arbitri Mondiali AIBA, la Federazione Olimpica Mondiale di Boxe. Anche dal punto di vista sociale il gruppo sportivo è molto attivo, in questo periodo impegnati con la forte accoglienza ai giovani rifugiati di guerra per la pratica del pugilato, disciplina molto diffuso in Ucraina. Un’offerta didattica a trecentosessanta gradi per il liceo scientifico “B. Rescigno”, grazie alla dirigente Prof.ssa Rossella De Luca, che ha sostenuto fortemente il progetto educativo. La finalità principale dell’iniziativa è quella di avvicinare gli studenti coinvolti, attraverso uno specifico percorso di attività motoria, alla disciplina del pugilato, mettendo in particolare risalto i suoi valori e le sue innate qualità socio-culturali. Soddisfatto il professore di scienze motorie Andrea Oliva, referente dell’istituto per il progetto “Sono stato fin dall’inizio molto entusiasta dell’avvio di questo progetto, essendo anch’io un forte appassionato degli sport da combattimento. Le lezioni sono state molto interessanti ed hanno coinvolto con piacere i numerosi studenti, che sono rimasti meravigliati nel sapere che uno studente del nostro liceo, Abbes Mouhiidine, pochi mesi fa si è laureato vicecampione del mondo di pugilato. Ringrazio i maestri Moffa per la loro disponibilità e competenza e spero che a settembre si possa rinnovare la convenzione con la federazione e il Moffa Team”. Infatti Abbes Mouhiidine, oggi atleta di punta della nazionale italiana e del gruppo sportivo della Polizia di Stato, è stato uno studente diligente del liceo scientifico di Roccapiemonte, mentre il pomeriggio era un atleta impegnato negli allenamenti presso la società sportiva Olympic Planet di Mercato San Severino diretta dai fratelli Moffa.

»

Leggi anche

Salerno. 89enne operata al “Ruggi” per una neoplasia all’utero

È stata dimessa il 2 luglio scorso, dall’ ospedale Ruggi d’Aragona di Salerno, Anna Caputo, una donna di 89 anni, [&hellip

Castellabate. 3 colonie feline riconosciute: tutelati 60 gatti

Castellabate. Grazie ad una apposita delibera di Giunta le colonie feline presenti sull’intero territorio sono state riconosciute, re

Battipaglia. Oggi inaugurazione spazio di ascolto presso compagnia carabinieri

Battipaglia. Uno spazio dedicato all’ascolto  e all’accoglienza all’interno della caserma della locale compagnia dei

Webp.net-gifmaker