Vaccini a Capaccio Paestum: il punto con Tonino Merola Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada

"Le percentuali della popolazione vaccinata si aggirano attualmente intorno al 40% per la prima dose"

Capaccio Paestum. A tre mesi dall’inizio della campagna vaccinale anti-Covid, facciamo il punto della situazione con Tonino  Merola, coordinatore del gruppo comunale di Protezione civile. 

Come valuta l’evoluzione della copertura vaccinale sul territorio di Capaccio Paestum?

In modo complessivamente soddisfacente. Nonostante l’insorgere di imprevisti di varia natura, le vaccinazioni sono proseguite con un ritmo sostenuto. Le percentuali della popolazione vaccinata si aggirano attualmente intorno al 40% per la prima dose, e al 20% per la seconda e per la monodose. Questi livelli si allineano sostanzialmente con la media della Regione Campania“.

Quali difficoltà sono emerse nella somministrazione dei vaccini su larga scala?

Questo progetto ha richiesto di far collimare numerose esigenze sanitarie, amministrative e logistiche. La complessità e la novità della situazione hanno comportato un naturale periodo iniziale d’assestamento, in cui è maturata un’opportuna coordinazione dei diversi soggetti in gioco, quali la Protezione civile, la Croce rossa, l’Asl e il Comune. Chiarite le rispettive competenze e rodate le procedure, il centro vaccinale ha funzionato progressivamente meglio, sino a raggiungere un livello d’efficienza decisamente apprezzabile“.

In alcune sessioni si sono registrati tempi di attesa estremamente lunghi. Da cosa è dipeso?

A volte si sono verificati all’ultimo momento problemi di approvvigionamento delle dosi di vaccino. Ciò ha imposto l’improvviso slittamento di diversi scaglioni di utenti nelle ore successive a quelle previste, creando evidenti disagi. Si è trattato però di casi isolati, dipendenti da fattori eccezionali.”

In che modo la popolazione si sta approcciando alle vaccinazioni?

Tante persone attendono la convocazione con una certa impazienza. Molti altri, al contrario, si dimostrano titubanti e timorosi. In un modo o nell’altro, spesso i cittadini giungono al centro vaccinale con un carico emozionale non trascurabile. Queste circostanze richiedono ai nostri operatori di assistere gli utenti con particolare comprensione e disponibilità“.

Quali raccomandazioni rivolgerebbe ai cittadini per i prossimi mesi?

Il notevole aumento di persone vaccinate potrà facilitare la ripresa delle attività economiche e delle relazioni sociali. Le vaccinazioni non dispensano tuttavia dal mantenere un ragionevole livello d’attenzione e prudenza, evitando atteggiamenti superficiali e irresponsabili. Queste raccomandazioni sono particolarmente preziose nel contesto di Capaccio Paestum, dato che l’imminente arrivo dell’estate comporterà un considerevole aumento di turisti e villeggianti, e quindi di potenziali situazioni d’affollamento e promiscuità“.

Si sente ottimista per il futuro?

Direi di sì. Il mio ruolo in Protezione civile mi ha offerto un’immagine molto dettagliata dei vari effetti, sia diretti che indiretti, di questa pandemia. Ripenso specialmente alle dure prove che hanno segnato il corso del 2020. Eppure, la popolazione di Capaccio Paestum ha dato un’ammirevole prova di resilienza, dimostrandosi in grado di far fronte a circostanze così impegnative. Queste esperienze suscitano in me una sincera fiducia per il futuro delle nostre famiglie“.

                                                                                                                               Intervista a cura di Neljorpa 

 

 

»

marco polo appalti 1

CISL FP BANNER

convergenze

banner bbc aquara sito

banner caputo sito

output_yJ10wl

nuovo-banner-mec

nuovo-banner-cerere

banner_papera_220x180

Leggi anche

Eboli. Ancora una rapina alla farmacia comunale: la terza in poco tempo

Eboli. La farmacia in via Bachelet ancora nel mirino dei malviventi. In poco tempo sono state portate a segno tre […]

Primo caso Omicron in Campania: tutti i familiari positivi al virus

Napoli.  Variante africana Omicron: primo caso in Regione Campania. Un professionista di ritorno dal Mozambico è rimasto contagiato.

Pietro D’Angiolillo, è il presidente Associazione Comuni del Cilento centrale

Il sindaco del comune di Ascea, Pietro D’Angiolillo, è stato eletto presidente dell’Associazione dei Comuni del Cilento ce

banner-il-mondo-dei-bimbi

DP GOMME BANNER WEB

Webp.net-gifmaker

Webp.net-gifmaker (1)

Webp.net-gifmaker-2