Altavilla. “Bisogna lottare, anche quando la vita cambia sapore” Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada

Con questo spirito Rosanna Perrotta 43 anni sta affrontando da 13 anni la sclerosi multipla

Altavilla Silentina. “Quando all’improvviso ti cade il mondo addosso puoi solo rialzarti e lottare, per te,  la tua famiglia e per tutti coloro che ti vogliono bene”. Con questo spirito Rosanna Perrotta 43 anni, sposata con Luigi e  con un figlio,  sta affrontando da 13 anni la sclerosi multipla. Una malattia, che l’ha costretta su una sedia a rotelle da circa cinque anni.

Quali sono stati i sintomi che hanno iniziato a preoccuparti?

“ La malattia mi è stata diagnosticata 13 anni fa. Già due anni prima della diagnosi  ho cominciato ad accusare una pesantezza alla gamba destra, a non vederci bene e avevo qualche difficoltà nel linguaggio. Purtroppo all’inizio è stata sottovalutata. Mi dicevano che era una questione psicologica.  Solo dopo due anni, a seguito di una risonanza magnetica consigliatami da uno specialista,  ho saputo che ero affetta dalla sclerosi  multipla. Era il mese di ottobre del 2008. E’ iniziato così il mio tortuoso percorso. All’inizio mi recai a Napoli e mi sottoposi alla chemioterapia essendo una forma molto avanzata per contrastare la malattia. Poi ho  iniziato la terapia prevista”.

Da cinque anni utilizzi la sedia a rotelle non riuscendo più a camminare?

“ Si, in realtà sono caduta varie volte, ed ora ho anche paura di provare a camminare. In casa sono abbastanza indipendente cerco di darmi da fare. Durante la giornata prendo le medicine, faccio anche fisioterapia a giorni alterni,  e mi sottopongo a controlli periodici in ospedale. Sto prendendo un farmaco biologico sperimentale”.

Come è cambiata la tua vita?

La vita ha cambiato sapore. Mi è crollato il mondo addosso. La vita è tutt’altra cosa. Spero nella ricerca che riescano a contrastare questa malattia. Ho avuto l’aiuto della mia famiglia. Mio marito, con il quale sono sposata da 22 anni, mi è sempre stato vicino. Mio figlio all’inizio quando era piccolo non capiva bene cosa stesse succedendo,  ora cerca di aiutarmi e sostenermi”.

Cosa ti senti di dire a chi sta vivendo la tua stessa situazione?

Prima di tutto è necessario intervenire tempestivamente. Lo dico per esperienza. Non sottovalutare i sintomi. Io ho perso due anni di terapie. Il consiglio che posso dare è quello di non abbattersi. Non è facile accettare all’inizio. Poi piano piano con tanta forza di volontà e,  soprattutto, con il sostegno della famiglia si va avanti. Devo dire anche che tanto mi ha tolto questa malattia,  ma tanto mi ha dato dal punto di vista di arricchimento umano. Ho imparato ad essere forte ed apprezzare la vita anche nelle piccole cose. Dentro di se bisogna trovare la forza per affrontare la malattia e andare avanti con la speranza nella ricerca senza mai abbandonare la fiducia. La  vita mi ha regalato gioie che annullano questi dolori e mi rendono una donna felice. Per questi brevi attimi di felicità  ho scelto di continuare a lottare ”.

Rosanna insieme all’Aism ha organizzato la manifestazione finalizzata alla raccolta  fondi “Facciamo sparire la sclerosi multipla”. L’iniziativa si terrà il 3 ottobre dalle 9 alle 12,30, in Piazza Umberto I ad Altavilla, in collaborazione con la protezione civile.  Con  un contributo minimo di 9 euro  in cambio di un sacchetto di mele si potrà aiutare la ricerca. 

 

 

 

»

marco polo appalti 1

CISL FP BANNER

convergenze

banner bbc aquara sito

banner caputo sito

output_yJ10wl

banner-buono-fisi

banner_papera_220x180

Leggi anche

Pontecagnano. Scivola e sbatte con la testa: 21enne in ospedale

Pontecagnano Faiano. Scivola e sbatte con la testa a terra. Un ragazzo di 21 anni finisce in ospedale in prognosi […]

Capaccio. Forum dei giovani: ecco nuovo direttivo

Il Forum dei Giovani di Capaccio Paestum prende il via. Lunedì 20 Settembre alle ore 18.30 presso la rinnovata Biblioteca […]

Castellabate. Tragedia morte 15enne, l’appello del padre di Tommy

Castellabate. “Non so se i soccorsi fossero stati più celeri cosa sarebbe potuto cambiare per mio figlio: forse tutto, o [&helli

banner-il-mondo-dei-bimbi

DP GOMME BANNER WEB

Webp.net-gifmaker

Webp.net-gifmaker (1)

nuovo-banner-mec

nuovo-banner-cerere

Webp.net-gifmaker-2