Parco del Cilento: al via censimento ed ecologia dei rettili Pagina Facebook Voce di Strada Profilo Twitter Voce di Strada

Vallo della Lucania. Al via censimento ed ecologia dei rettili. Questo il progetto del Parco nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni. Frutto di un accordo tra il Parco  e il Cnr  – Istituto per la Bioeconomia, con la responsabilità scientifica dell’erpetologo Antonio Romano del Cnr. 

Perché studiare i Rettili?

Creature a sangue freddo i cui corpi sono ricoperti squame. I rettili nel sentire comune sono spesso percepiti come fonte di paura e di repulsione e non sono considerati di grande importanza. In realtà, giocano un ruolo fondamentale per il corretto funzionamento di molti ecosistemi. Infatti, all’interno della catena alimentare,  sono sia predatori che prede. La maggior parte dei rettili sono carnivori naturali e in questa veste si nutrono di insetti, ratti e altri piccoli animali, contribuendo a tenerne sotto controllo le popolazioni. In molte parti del mondo i rettili sono effettivamente ben visti dai contadini perché agiscono da eliminatori naturali di animali che rappresentano una minaccia per i loro raccolti. A loro volta i rettili stessi sono un’importante fonte di cibo per altri predatori come i rapaci. Inoltre, molte specie di rettili possono essere usati come indicatori dello stato di salute degli ecosistemi.Infatti molte specie di rettili sono in declino o minacciate di estinzione a livello globale. La principale minaccia è costituita dalla frammentazione e distruzione dell’habitat. Altri fattori sono la persecuzione diretta e indiretta (quanto serpenti vengono schiacciati dalle auto!) e l’inquinamento (che include anche i cambiamenti climatici causati dall’emissione dei gas serra).

In poche parole, i rettili sono un tassello fondamentale della trama della vita da cui anche noi esseri umani dipendiamo.

La corretta gestione delle aree protette è imprescindibilmente legata alla conoscenza qualitativa e distributiva delle specie in esse presenti. Qualunque intervento gestionale o di protezione, senza il supporto di un aggiornato censimento e accurate conoscenze distributive, è infatti del tutto inapplicabile. Le conoscenze sui Rettili all’interno dell’area protetta sono limitate, e il progetto nasce per colmare questa lacuna.

Chiunque può contribuire al progetto: la scienza si apre ai cittadini

La recente nascita e sviluppo della citizen science, la scienza dei cittadini, ovvero la partecipazione di non esperti, del grande pubblico, alla raccolta dati sulla biodiversità tramite piattaforme online dedicate, ha fornito alla biologia della conservazione un’enorme quantità di dati, che lo sforzo dei soli specialisti non sarebbe stati in grado di produrre

Per fare una segnalazione bastano pochi passaggi:

1. Collegarsi al sito www.inaturalist.org e registrarsi. Dal cellulare si può scaricare l’App gratuita iNaturalist.

2. Una volta registrati, cercate il progetto “erpetofauna del cilento”, oppure visitate direttamente la pagina https://www.inaturalist.org/projects/erpetofauna-del-cilento, e cliccate su “Unisciti al progetto”. Dall’App, nel menù a tendina andare nella sezione Progetti, e qui cercare “erpetofauna del cilento”.

3. In presenza di una specie, scattate una foto (vanno bene anche le foto dei serpenti schiacciati).

4. Collegatevi all’App (anche se non c’è connessione internet) e cliccate su “Aggiungi osservazione”, caricate la foto, le coordinate e gli altri campi richiesti.

5. Alla voce “Progetti” digitate “erpetofauna del cilento” e caricate l’osservazione.

Non vi preoccupate se non riconosciute la specie, se la foto è ben fatta saranno gli altri membri della comunità a identificarla.

Anche osservazioni apparentemente banali, come una lucertola campestre, sono importanti.

Il progetto è dedicato ai Rettili ma sono importanti anche le segnalazioni sugli Anfibi.

 

»

marco polo appalti 1

CISL FP BANNER

convergenze

banner bbc aquara sito

banner caputo sito

output_yJ10wl

nuovo-banner-mec

nuovo-banner-cerere

banner_papera_220x180

Leggi anche

Moio della Civitella. Al via i lavori sulla Sr 488 

La Provincia di Salerno consegna i lavori di miglioramento della sicurezza stradale sulla Sr ex Ss 488, ricadenti nel comune […]

Salernitano, obbligo pneumatici invernali o catene

Il Settore Viabilità e Trasporti della Provincia di Salerno, diretto da Domenico Ranesi, ha disposto mediante due ordinanze l’ob

Capaccio. Maltempo al lido Marilena danni per 40.000 euro

Capaccio. È partito il risanamento dei danni provocati domenica dalle burrascose condizioni meteorologiche lungo litorale pestano. Ai

banner-il-mondo-dei-bimbi

DP GOMME BANNER WEB

Webp.net-gifmaker

Webp.net-gifmaker (1)

Webp.net-gifmaker-2